Salone del Mobile 2016: L'Ottocento presenta tre nuovi ambienti cucina, le foto

La casa, ma soprattutto la cucina, si veste con l'abilità artigiana di L’Ottocento, il brand padovano che parla il linguaggio dell’eccellenza manifatturiera declinata in una convivialità senza tempo. Lo spazio espositivo L’Ottocento ad Eurocucina è un invito ad assaporare il gusto dell’autenticità. Scopri di più qui su Designerblog.

La casa, ma soprattutto la cucina, si veste con l'abilità artigiana di L’Ottocento, il brand padovano che parla il linguaggio dell’eccellenza manifatturiera declinata in una convivialità senza tempo. Lo spazio espositivo L’Ottocento ad Eurocucina è un invito ad assaporare il gusto dell’autenticità. La ricerca del bello a servizio della funzionalità, la naturalezza del legno massello lavorato artigianalmente, l’originalità progettuale assecondata alla personalizzazione, sono i capisaldi che da sempre accompagnano le realizzazioni dell’azienda padovana e che si ritrovano in tutte le sue proposte.

Ogni cucina, ogni arredo per il living, la zona notte o il bagno è esclusivo: nasce da un patrimonio di esperienza aziendale di oltre vent’anni e prende forma grazie a tecniche lavorative di alta ebanisteria coadiuvate da una tecnologia d’avanguardia, personalizzandosi per ogni singolo progetto. Al Salone del Mobile l’azienda, ha dunque celebrato le sue potenzialità produttive, con tre nuovi ambienti cucina e una proposta d’interni realizzabili su progetto. Per “vestire” la casa di un’accoglienza dal sapore unico.

La cucina Floral, ha un’anima elegante e romantica. Leitmotiv di questa nuova proposta, la boiserie dalle proporzioni importanti e dalla particolare laccatura grigio cielo, domina tutto l’ambiente, regalando una particolare armonia strutturale ed estetica. Si annullano quindi idealmente i confini tra arredo e spazio. La cucina diventa ambiente da “vestire” ed articolare con elementi funzionali e architettonici, ma anche di design, in base al proprio gusto.
In Floral il gusto classico si unisce all’innovazione, la tradizione si abbina alla ricerca di nuove soluzioni ergonomiche: i moduli dedicati alla conservazione sono costruiti con porte fino a terra come veri e propri serramenti. Anche le dimensioni parlano un nuovo linguaggio: 75 cm la larghezza mentre 240 cm l’altezza con porta unica. Le aperture, poi, sono assistite da pomoli realizzati in fusione o cave nascoste sull’importante cornice che caratterizza l’estetica delle ante e delle boiserie. Filo conduttore della Linea, il ricercato intaglio manuale a motivi floreali decora i portali dedicati all’aspirazione e al lavaggio. La soluzione presentata di Floral si compone di un grande piano cottura dotato di barbecue e completo di un’importante cappa di tre metri. Nella stessa parete trovano posto il frigo ed il forno a colonna. Lungo il perimetro, vani dispensa si alternano a spazi attrezzati, inserendosi armoniosamente e con leggerezza nella struttura della cucina. Al centro, un nuovo tavolo con finitura talco e top in marmo incassato presenta un meccanismo a manovella per permetterne l’allungamento.

La cucina Sam Cronos di Samuele Mazza, è la vera espressione delle capacità progettuali e manifatturiere dell’azienda, così come della pura esaltazione dell’arte culinaria, unendo ricercatezza stilistica e avanguardia tecnologica. Realizzata con i più severi canoni di alto artigianato in rovere con nuances grigie, vanta un’isola centrale importante completa di un inedito piano cottura a due postazioni e sei fuochi, che permette a due persone di cucinare contemporaneamente ed è dotata di un avveniristico sistema di aspirazione. Lungo tutto il perimetro, colonne dispensa e frigo completano questo spazio destinato ai veri cultori della buona tavola, delimitato da due ampie porte in vetro, pensate per separare la zona living. Di fronte, un tavolo di design, sempre in rovere, si caratterizza per le applicazioni laterali con finitura titanio. Tutto intorno, le importanti sedute di misura americana tappezzate con un nuovo tessuto tecnico antimacchia sono pronte per esaltare una ricercata convivialità. Completa lo spazio un mobile wine cellar in rovere, attrezzato con vani porta bottiglie, chiusi con grata metallica in finitura titanio, e altri vani aperti e chiusi con ante in vetro. Le due cantine refrigerate permettono di conservare alla giusta temperatura sia i vini bianchi che i vini rossi.

La terza cucina proposta da L’Ottocento, è Roveretto, che mostra un’influenza nordica nell’abbinamento in rovere verniciato nero e naturale. Leggerezza e pulizia delle linee dominano tutto l’ambiente celando, con discrezione, particolari accorgimenti tecnici di rinnovata funzionalità. I vani giorno Calendario in versione aperta, senza fianchi, sono presenti, in coordinamento estetico, sia nella zona cucina dotata di penisola che nell’area dedicata al living. A livello strutturale, la cucina si compone di colonne frigo e dispensa, confinanti con i forni inseriti nei vani giorno. Innovativo il piano cottura, che propone una cappa incassata con aspirazione perimetrale, mentre la zona lavaggio si caratterizza per lo scolapiatti a nicchia. L’insolito portacoltelli in legno, a ribalta, completa infine il blocco operativo con fondale e piano in acciaio. Il mobile living, dotato di spazi aperti e vani frontali con anta scorrevole in vetro, ha funzione di bar e porta tv.

Inoltre, dall’abilità artigiana e know-how L’Ottocento nascono gli arredi di Alta Ebanisteria realizzati su progetto per tutti gli ambienti della casa. Vera e propria celebrazione delle maestria dell’azienda di interpretare in maniera sartoriale i desideri di un pubblico esigente ed attento alla qualità, nonché allo stile, le proposte di interior L’Ottocento incorporano tutto il savoir faire di una lunga tradizione produttiva artigianale che affida al legno massello un fascino disinvolto e senza tempo. Eleganza, ricercatezza stilistica, funzionalità e finezze tecniche si fondono in eleganti boiserie, ricercati guardaroba, ordinate cantine e avvolgenti spazi living in essenze pregiate, nel nome di una progettualità sartoriale che rende ogni arredo unico. Noce, rovere o ciliegio diventano complici di soluzioni di arredo ad alto impatto materico, capaci di esprimere fedelmente lo spirito creativo di ogni designer o architetto.

  • shares
  • Mail