Fuorisalone 2016 Milano: il Design Pride di Seletti, Gufram e Disaronno, video e foto

In occasione della Milano Design Week 2016 le vie della città sono state invase da quasi 3000 persone per festeggiare il Design Pride con Seletti e i brand Disaronno, Gufram, Pepsi, Radio Deejay, Tempo e Toiletpaper. Guarda il video e le immagini su Designerblog

Il DESIGN PRIDE, la festa più democratica della Milano Design Week, ha visto sfilare un colorato corteo di carri, striscioni, trampolieri, musica, bandierine, balli, che, capitanato da Seletti, ha attraversato le vie del centro fino ad arrivare nel distretto delle 5 VIE e concludersi con un grande party in piazza Affari organizzato da Disaronno.

A dare man forte a Seletti e Disaronno, anche: Gufram, il marchio più pop del design italiano, Pepsi con un progetto di Fabio Novembre, Radio Deejay che con la sua musica ha fatto ballare senza sosta tutto il pubblico della parade, Tempo il più celebre marchio di fazzoletti di carta in Italia, e il magazine di sole immagini Toiletpaper, nato dal genio di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari.

Stefano Seletti, art director del design brand: “Abbiamo deciso di organizzare il DESIGN PRIDE perché il design è democrazia, libertà, gioia e volevamo festeggiarlo con una grande festa che potesse coinvolgere tutti, avvicinando i brand e i designer alle persone. La soddisfazione più grande è stata proprio vedere i passanti unirsi al corteo, i bambini sventolare le bandierine, le persone ballare. E nemmeno la pioggia ci ha fermati!”.

Seletti ha aperto il corteo celebrando il “dito medio” di Cattelan e presentando due carri dedicati ai suoi best seller: gli alfabeti – luminosi e non –, e i progetti sviluppati con Marcantonio Raimondi Malerba ispirati alla natura.

Disaronno ha partecipato celebrando con il proprio carro la jar in edizione limitata di 5.000 pezzi, realizzata in collaborazione con il duo Studio Job. La jar è stata venduta in piazza Affari a un costo di 10 euro e il ricavato sarà devoluto in beneficienza al Cesvi, organizzazione umanitaria e laica che opera per la solidarietà internazionale.

Gufram ha attraversato le vie della città presentando, con la sua inconfondibile ironia, P.A.T.H.S. Pop Advanced Transportation Holystic System: un alternativo e pop mobility system che ha visto protagonisti i pezzi più iconici del marchio come l’appendiabiti Cactus, il divano Bocca e la seduta Pratone.

Pepsi e Fabio Novembre hanno giocato con il tema degli Emojis, su cui il brand sta costruendo un nuovo immaginario, abbinando in questa collaborazione l'espressività pop delle icone, allo stile classico del design delle poltrone Nemo. Il risultato inaspettato e in linea con la parade ha trasmesso tutta la positività del brand americano abbinata allo stile italiano.

Tanta musica dal colorato carro di Radio Deejay che, con il deejay set di Shorty, ha fatto ballare a tutto volume e senza interruzione il pubblico del corteo.

Tempo ha ispirato Alessandro Zambelli nell’ideare un’installazione che ha visto due ragazze sui trampoli sfilare con delle visionarie gonne realizzate interamente con i fazzoletti del brand, in compagnia di un’ape car invasa di colorati Tempo Box, disegnati dal designer Piccione.Piccione.

Numerosi anche i designer che hanno sfilato, tra cui: Amebe, Antonio Aricò, BBMDS, Valentina Carretta, Cristina Celestino, CTRLZAK, Umberto Dattola, Fabrica, H!FIVE, Ilaria Innocenti, Emanuele Magini, Piano B, Marcantonio Raimondi Malerba, Elena Salmistraro, Studio Badini, Studio Nichetto, Giò Tirotto, Sebastiano Tosi, Alessandro Zambelli, Zaven.

credit image by Press Office (photo by Meschina)

  • shares
  • Mail