Salone del Mobile 2016: Morelato presenta le ultime novità d'arredo, le foto

Tantissime novità per l'arredo della zona giorno e della zona notte, che Morelato presenterà al Salone del Mobile. Ciascun prodotto, una sintesi perfetta tra la matericità del legno, una ricerca progettuale innovativa e tecniche di lavorazioni che rimandano alle tradizioni ebaniste. Scopri di più qui su Designerblog.

Tantissime novità per l'arredo della zona giorno e della zona notte, che Morelato presenterà al Salone del Mobile. Ciascun prodotto, una sintesi perfetta tra la matericità del legno, una ricerca progettuale innovativa e tecniche di lavorazioni che rimandano alle tradizioni ebaniste.

Prima novità è il Tavolo Montalban che riconferma la collaborazione tra l'azienda e il designer Itamar Harari. Dopo la libreria Kant e i tavolini Frank e Gene, presentati l’anno scorso, Morelato lancia un’altra proposta per la zona living. Il tavolo, che da sempre rappresenta un simbolo di convivialità, è realizzato in noce canaletto, con gambe rastremate e sponde sotto piano inclinate di 45°. Questo modello è una soluzione estremamente pratica e funzionale grazie alle due allungue interne, ciascuna di 45cm, che permettono di trasformare il piano di appoggio da L160 a L250.

La zona giorno si arricchisce con un'altra novità la Credenza Peekaboo di Matteo Bianchi, interamente realizzata in legno come da migliore tradizione ebanista. Un modello che sintetizza praticità ed eleganza, una combinazione di forme, decori e lavorazioni che evidenziano l’aspetto artigianale tipico dei mobili Morelato. Le ante si ispirano ai tradizionali “shutters” delle case inglesi e una luce a led interna le oltrepassa creando una luminosa atmosfera nell’ambiente circostante. Un elemento funzionale e al tempo stesso un corpo luminoso. Scocca e porte sono realizzate in noce canaletto, i ripiani in vetro all’interno e piedini in ottone.

Veronese, è un'altra credenza proposta da Morelato e disegnata dal proprio Centro Ricerche MAAM, un prodotto realizzato in diverse essenze che trasferiscono al modello eleganza e uno stile senza tempo. La struttura infatti è in legno di frassino, mentre le ante sono realizzate con intarsi di acero, noce ed ebano che creano un gioco prospettico di grande impatto visivo. L’intarsio a cubi prospettici, soprattutto per rivestire i pavimenti, è un’arte sviluppata a Verona e successivamente a Venezia fin dal 1.400. Gli interni sono colorati con 3 comodi cassetti nel vano centrale. I piedi d’appoggio sono invece in ottone, particolare che alleggerisce la credenza e le trasferisce un tocco di eleganza.

Infine, tra le novità del 2016, anche lo Sgabello Rotolino di Libero Rutilo. Si tratta di un progetto che ha partecipato all’edizione 2015 del Concorso Il Mobile Significante con tema “I luoghi del relax 2.0! – oggetti d’arredo per il relax domestico”, che ha ricevuto un’importante segnalazione da parte della giuria che ne ha riconosciuto il valore “per la flessibilità dell’oggetto da sedia con schienale a chaise longue, creando struttura compatta ma allo stesso tempo articolabile nello spazio.” Rotolino è una soluzione estremamente versatile, composta da pochi elementi che combinati danno vita a tre diversi arredi: una panca, una poltroncina e una chaise longue. La seduta presenta un morbido materassino imbottito che garantisce un massimo comfort in tutte le versioni del modello. La struttura è realizzata in frassino.

  • shares
  • Mail