Salone del Mobile 2016 Milano: le novità di Kartell firmate da Antonio Citterio, Piero Lissoni, Philippe Starck e Eugeni Quittlet

Kartell presenta al Salone del Mobile 2016 una serie di prodotti il cui focus prosegue il lavoro di ricerca, tecnologia, sperimentazione sui materiali e sulle funzioni. Kartell punta tutto sull’innovazione unita al design d’autore. Scoprite le anteprime qui su Designerblog

Kartell presenta al Salone del Mobile 2016 una serie di prodotti il cui focus prosegue il lavoro di ricerca, tecnologia, sperimentazione sui materiali e sulle funzioni. Kartell punta tutto sull’innovazione unita al design d’autore, in una visione sempre più multi funzionale ed eclettica del suo lifestyle.

Antonio Citterio firma una famiglia di tavoli, Multiplo. La specificità del progetto consiste nel fatto di poter dare vita a tavoli dal look completamente diverso a seconda del colore o pattern del piano. La struttura dei piani è in materiale plastico con basi differenti e piani in ceramica sottilissima. Le gambe del tavolo hanno una struttura in tecnopolimero termoplastico stampato con un’idonea struttura portante, mentre il top è in ceramica finitura marmo e colorato in massa. Dal minimal al decorativo, dal pop all’elegante, dal tavolo borghese per la sala da pranzo al tavolino da bar ideale per i contract: Multiplo nasce proprio con questo spirito eclettico e versatile. Al salone vengono presentate 4 versioni con misure, colori e abbinamenti di materiali differenti proprio per attestare la trasversalità estetica del progetto.

Piero Lissoni firma la poltroncina Piuma, uno dei prodotti più rivoluzionari e arditi nell’evoluzione delle tecnologie e dei materiali utilizzati da Kartell. Dietro al design essenziale di Piuma stanno due anni di intensa ricerca per implementare l’utilizzo di un’inedita miscela: un polimero termoplastico complesso caricato con numerose fibre fra cui il carbonio che conferisce grande rigidità meccanica unita ad un’elevata leggerezza. Un compound che proviene da settori completamente diversi dell’industria come l’automotive e l’aeronautica, e pertanto assolutamente inedito nell’arredamento. Grazie ad una sofisticata tecnologia di stampaggio a iniezione, pensata appositamente per questo materiale e novità esclusiva nel panorama industriale del design, Kartell è riuscita a portare la seduta a uno spessore minimo, di pochi millimetri (massimo 2 mm) per un risultato di una seduta ultraleggera (appena 2,2 kg). E’ la prima volta che un materiale contenente fibra di carbonio viene stampato ad iniezione e per di più per un prodotto estetico e di design. Grazie a questo inedito mix di materiali, non solo Piuma è leggerissima e sottilissima, ma anche incredibilmente resistente, flessibile, adatta all’utilizzo outdoor e impilabile.

Un'altra novità del designer presentata nella sua versione finale, è Largo, divano 3 posti maxi con una struttura in policarbonato che offre solido appoggio e linearità del disegno agli ampi cuscini. La particolarità del progetto è data anche dalla ricerca sui tessuti che lo rivestiranno e che costituiscono un nuovo ambito di sviluppo della collezione Kartell.

Philippe Starck presenta un ampliamento della famiglia Aunts&Uncles con il nuovo tavolo Sir Gio. Riconoscibile il tratto stilistico del designer nella dinamica base a razze del tavolo, rigorosamente in policarbonato trasparente.

Eugeni Quittlet firma una nuova seduta, Dream’ Air: un concept di seduta completamente inedito per Kartell soprattutto da un punto di vista formale. La caratteristica principale di questo nuovo protagonista è l’abbinamento di materiali diversi fra una struttura di base molto geometrica e la seduta eterea e trasparente.

Del Maestro Alessandro Mendini inoltre Kartell presenta la versione definitiva di Roy, uno sgabello/side table a iniezione, caratterizzato da tipici decori di ispirazione etnica su tutta la superficie, il nome è evidentemente un omaggio a Lichtenstein anche per la scelta dei colori pop verde, arancio.

  • shares
  • Mail