Nendo design, presenta i nuovi prodotti: un cuscino porta smartphone e un portaombrelli, le foto

Nendo ha realizzato i nuovi prodotti per la casa di by | n, un cuscino-mobile, e meji, il portaombrelli. Scopri di più qui su Designerblog.

Nendo ha realizzato i nuovi prodotti per la casa di by | n, un cuscino-mobile, e meji, il portaombrelli. Il primo, si tratta di un cuscino fatto di diversi tipi di tessuto cuciti insieme in stile patchwork. Due sezioni di tessuto ciascuno forniscono una coppia di slot che possono essere utilizzati per riporre uno smartphone o un tablet/PC.

In questo modo è semplice visualizzare lo schermo mentre ci si rilassa sul divano o letto, o se seduto il cuscino può essere posizionato su di un lato in modo da utilizzare la tastiera in tutta comodità. Essendo un cuscino, serve anche a proteggere i dispositivi. Quando viene utilizzato come un cuscino normale, gli slot del dispositivo sono oscurati dal disegno patchwork. E' un cuscino perfetto per il nostro stile di vita moderno, dove l'uso della telefonia mobile e di diversi
dispositivi sta diventando sempre più frequente di quello di televisori o computer per accedere alle informazioni.

Il portaombrelli meji, supera il tipico portaombrelli, un enorme contenitore o una scatola piena di buchi che non può fare a meno di sembrare fuori luogo quando non ospita alcun ombrellono. Utilizzando scanalature invece di fori, questo portaombrelli mantiene un aspetto semplice e pulito. Il motivo del design si ispira alle articolazioni di un pavimento piastrellato. Quando un ombrello è impostato nelle scanalature, il prodotto diventa un portaombrelli. Non sembra fuori luogo quando non in uso, e mantiene un aspetto pulito anche quando più stand sono allineate in un ingresso. Il supporto è realizzato con una resina densa nota come Polystone. Questo viene poi ricoperto con silicone, che offre un'eccellente flessibilità e durata. Le opzioni includono uno stand unico ombrello e uno stand di tre ombrelli, ciascuno disponibile in cinque colori.

Photo Credits: Akihiro Yoshida

  • shares
  • Mail