Plagi dalla Apple secondo il sospetto della Braun

I prodotti presuntamente plagiati dalla Apple alla Braun

Possibile che ci siano dei plagi dalla Apple secondo il sospetto della Braun? Effettivamente non è un'ipotesi così assurda se ben si osservano i design prodotti nei recenti anni dall'azienda di Cupertino, e quelli invece distribuiti durante gli anni Sessanta dalla casa tedesca di elettrodomestici, che già al tempo aducarono gli acquirenti a un certo tipo di buon design.

Lo "scontro" non solo è tra le due aziende, ma tra i due designer che in questo momento si stanno contendendo l'originalità e la paternità dei prodotti; stiamo parlando di Dieter Rams alle dipendenze della Braun, e di Jonatahan Ive della Apple, sotto l'ombra protettrice di Steve Jobs a cui almeno quest'ultima diatriba è stata evitata.

I prodotti presuntamente plagiati dalla Apple alla Braun

Se ben osserviamo i prodotti della Apple, effettivamente è innegabile che vengano riproposte forme quanto meno simili, riviste e corrette in una chiave sicuramente più moderna e avveniristica come ormai siamo abituati a concepire la Apple che le produce. Ancora una volta ci si chiede dove inizi la creatività pura, e dove l'ispirazione, implicita o ricercata che sia.

La prima versione dell'iPod è pienamente accostabile alla piccola radio Braun T3; il case del Mac pro, con la sua superficie a fori richiama alla superficie della radio Braun T1000; con un po' più di sforzo possiamo anche vedere delle similitudini tra il monitor dell'iMac e lo speaker Braun LE1. Abbastanza inopinabil sono poi i confronti tra le due calcolatrici: quella della Apple e la ET44 della Braun.

C'è una differenza però, ch'eppure potrebbe essere anch'essa eliminata a breve: le creazioni di Dieter Rams sono conservate al MOMA di New York. Quanto tempo passerà che la Apple giungerà dalla casa di milioni di persone a un museo?

Via | Repubblica.it

I prodotti presuntamente plagiati dalla Apple alla Braun
I prodotti presuntamente plagiati dalla Apple alla Braun
I prodotti presuntamente plagiati dalla Apple alla Braun

  • shares
  • Mail