Spaceboy per Red Stripe, al crocevia tra street art e stop-motion

Il graphic designer e street artist Spaceboy ha realizzato un'installazione insieme ad un gruppo di studenti della Edinburgh College of Art, come parte del progetto Make with a Red Stripe, con cui il famoso brand di birra giamaicana sta sponsorizzando una serie di iniziative artistiche in spazi pubblici.

In questo caso si tratta di un video realizzato in stop-motion, in collaborazione con lo studio Blac Ionica, nei locali suggestivi del mercato del pesce della città scozzese: le serrande dei magazzini sono state animate a ritmo di dub grazie a stencil e sticker che le hanno trasformate in veri e propri collage viventi.

Vecchi registratori a nastro e scheletri di pescherecci, ragazzi che ballano e astronauti sono elementi ritmici, tenuti insieme da onde sonore e dall'immancabile nastro rosso: il connubio indissolubile tra parole, musica e immagini testimonia l'eccezionalità di un evento che, ripreso dal vivo, diventa poi un'animazione in grado di testimoniare nel tempo la performance.

  • shares
  • Mail