Il meglio del Salone del Mobile 2012, secondo ArchitetturaMi

ARCHITETTURAMI TOP SALONE 2012Il Salone del Mobile 2012 è terminato ormai da qualche settimana, ma val la pena di tornarci sopra insieme a Giuseppe Albera e Giulia Prosdocimi, le due menti dietro ad ArchitetturaMi, a cui abbiamo chiesto di raccontarci il meglio del COSMIT in breve. Ecco cosa ci hanno raccontato.

Vitra

Al primo posto si confermano qualità, innovazione e cura estetica dell’azienda svizzera Vitra, da sempre leader nel settore. La costante attenzione allo sviluppo di soluzioni intelligenti e nel rispetto dell’ambiente dà vita ad oggetti unici, destinati a diventare intramontabili icone di design. Immancabile protagonista anche quest'anno, la Lounge Chair di Charles & Ray Eames. Un classico della moderna storia del mobile, questa poltrona coniuga il comfort con la massima qualità in tema di materiali e finitura, confermando la longevità e immortalità dei prodotti Vitra.

Tadao Ando per Venini

Capolavoro indiscusso, la Ando Light realizzata in collaborazione con Venini. Dal maestro della geometria pura nasce un concept modulare che sfrutta un'illuminazione di tipo back lighting, ottimizzando la particolare diffusione che si ottiene con il vetro di colore Lattimo. Una figura piana rettangolare di vetro assume un aspetto ricurvo attraverso la rigida applicazione di operazioni geometriche. Nella suggestiva opera "Onda con l'Anima", la superficie vitrea si trasforma in una sinuosa onda, per un risultato tridimensionale che mantiene la sua semplicità mentre modula la luce.

Raúl Laurí

Sostenibilità dei materiale ed attenzione al riciclo per le lampade del giovane designer di Alicante, Raúl Laurí.
Il riuso di vecchi fondi di caffè, attraverso un processo di pressione ad alte temperature e l'aggiunta di collanti vegetali, permette di ottenere un materiale biodegradabile e completamente naturale. Tra le creazioni proposte, la Decafe spicca per originalità ed estetica: una piccola lampada dimmerabile a forma di tazza, in cui l'intensità della luce viene modificata attraverso il movimento che l'utente decide di imprimerle. Da non dimenticare, la possibilità di ricaricarla come se fosse un cellulare!

Elisabeth Florstedt

Multifunzionalità e versatilità per il tavolo “The second Telling”. Una superficie piana di 90 cm2 sulla quale si alternano in maniera cadenzata assi in legno e spazi vuoti, ciascuno di 3 cm di larghezza. Tale struttura modulabile permette di scegliere la forma e la dimensione desiderata, raggiungendo una superficie di 90 cm di lunghezza e 48 cm di larghezza. Le innumerevoli variazioni possibili, che sfuggono alla forma rettangolare del tavolo classico, conferiscono al tavolo un aspetto sempre diverso, che si adatta ad ogni situazione ed esigenza.

Magis

Originale e divertente, Spun, la poltroncina roteante firmata dal designer inglese Thomas Heatherwick per Magis, ha portato una svolta sorprendente nell’arredo di design convenzionale. L’innovativa forma a trottola realizzata in polietilene con stampaggio rotazionale assicura una comoda seduta, rendendola al tempo stesso particolare oggetto di design, grazie alla sua forma divertente e inconsueta.

Se non conoscete il blog ArchitetturaMi, vale la pena darci un'occhiata: naturalmente hanno una pagina Facebook, un account Twitter, e naturalmente sono anche su Pinterest.

  • shares
  • Mail