Basin, da Alhambretto il lavandino che è quasi un fatto a mano

alhambretto basin

Attingere dal passato è più che mai attuale. Funziona benissimo anche per Basin, l'inedito lavandino a colonna che il giovane duo italiano Alhambretto presenterà all'interno della collettiva Padiglione Italia a Ventura Lambrate. A prima vista, abbiamo a che fare con un lavoro artigianale fatto al tornio, un gioco di fogli di argilla avvitati su se stessi. Ad un occhio più attento, però, scorgiamo anche la presenza della serialità industriale, ad esempio per la ceramica bianca dell'invaso vero e proprio.

Sarà questa voluta imprecisione, questo linguaggio grezzo solo all'apparenza, sarà la palette insolitamente neutra, ma il progetto colpisce davvero, soprattutto per la capacità di rivisitare una tipologia formale, quella del sanitario, che ci ha da sempre abituato a forme standardizzate, geometriche, e sempre certe nella loro precisione.

  • shares
  • Mail