Lego Space Shuttle, il viaggio di una mini navicella

Può un giocattolo, uno space shuttle costruito con i mattoncini Lego volare, raggiungere quote altissime, uscire dall'atmosfera e tornare indietro intatto? Ebbene sì. Lo ha dimostrato il giovane rumeno Raul Oaida con un folle progetto intitolato 2001: A Brick Odyssey.

E così lo scorso 31 gennaio un Lego Space Shuttle saldamente ancorato ad un pallone metereologico, equipaggiato con un GPS e una telecamerina GoPro Hero, è salpato dalla Germania Centrale verso... l'infinito e oltre. Arrivato a 18000 metri il GPS ha perso il segnale, mentre come potete vedere le telecamera ha continuato eroicamente a fare il suo lavoro.

Raul Oaida e la sua piccola squadra hanno rintracciato il segnale un'ora dopo averlo visto sparire dalla vista e hanno recuperato il modellino miracolosamente integro a circa 200 kilometri dal luogo di partenza, seminascosto nella neve, in mezzo a un bosco.

  • shares
  • Mail