Aviary: Creation on the Fly

Aviary

Aviary è una nuova start-up del web 2.0 (è ormai impossibile stare dietro a tutte le idee che stanno venendo fuori in questi mesi) che sta creando un nuovo progetto a dire poco ambizioso.
L'omonimo progetto è ospitato su creationonthefly.com e, per farla breve, consiste in un marketplace di opere dell'ingegno oltre che (dici poco) 14 ambienti di sviluppo collaborativo per creare le suddette opere.

AviaryLo ripeto con parole semplici: questi fuori di testa stanno programmando in Flex (per poi riconvertire tutto in Adobe AIR non appena sarà rilasciato ufficialmente) 14 interi programmi per creare artwork di vario tipo e parallelamente un sistema di filesystem online che gestisca le opere create e le renda acquistabili immediatamente.

Ogni programma prende il nome da un uccello e per la precisione sono in lavorazione un image editor tipo Photoshop (Phoenix), un generatore di swatch (palette di colori) con annessa community (Toucan), un generatore di pattern con annessa community (Peacock), un vector editor tipo Illustrator (Raven), un modellatore 3D (Hummingbird), un audio editor (Myna), un generatore di musica o music generator come lo chiamano, immagino sia un sequencer (Roc), un video editor (Hawk), un programma di DTP alla inDesign (Howl), un word processor (Penguin), un programma di painting alla Painter (Pigeon).
Tutte le creazioni verranno salvate su "Rookery", un file system online gratuito ed indicizzato, accessibile da tutti gli utenti e da tutti i programmi (o da tutti i volatili se preferite..).

Ma non è finita: c'è anche "Eagle", un'applicazione "smart" che promette di saper identificare da sola se l'immagine in esame è stata editata, se ha pattern particolari o altro in modo da identificare eventuali copie o immagini non originali. Vi spiego il resto e altre preview dopo il break.

"Non originali" nel senso di non create da zero attraverso la pletora di volatili che il sistema mette a disposizione: se infatti tutte le creazioni potranno essere messe in vendita e distribuite sul marketplace, quelle derivate da creazioni precedentemente prodotte verranno marchiate come possibili copie, o comunque non considerate completamente frutto dell'ingegno del venditore.. insomma un sistema per fare usare di più i programmi interni e poter al tempo stesso garantire l'originalità delle opere messe in vendita.

Ah, dimenticavo, c'è anche "Crane", un "product creator" che si interfaccia anch'esso con tutti gli altri programmi della suite (o della gabbia..) e permette di creare.. prodotti.

Ora. Il progetto è senz'altro interessante. Le idee senz'altro ci sono e non sono certo male. Ma ovviamente uno si chiede come sia possibile sviluppare tutto quello che questi ragazzi si sono proposti a meno di non essere Adobe o Microsoft.. al tempo la sentenza, per ora stanno lavorando duro e già si può vedere qualcosa:



Phoenix

La fenice, o Phoenix, è in pratica Photoshop, ma con solo le funzioni che servono davvero. Ci sono tutti i classici elementi che ci si aspetta da un editor bitmap, pennelli, pattern, selezioni, ecc.. e pare promettere bene.
Ovviamente permette di importare ed esportare nei formati più usati, ma come tutte le altre applicazioni marchia come "originalità non attendibile" ogni immagine in cui si utilizzi qualche risorsa esterna (che sia un file importato o un copia e incolla per esempio).
Le immagini creabili sono limitate ad un massimo di 2880x2880 pixel (mi sembra veramente pochissimo, strano).



Raven

Il corvo, o Raven, è un editor vettoriale "tipo" Illustrator per intenderci. Ovviamente sarà super integrato con Phoenix e permetterà tutte le operazioni che ci si aspetta da un editor di questo tipo.. non ci sono molte altre informazioni per ora.



Hummingbird

Poi c'è Hummingbird (colibrì), un modellatore 3D completamente realizzato in Flex. Per ora non c'è molto, solo un visualizzatore del modello che permette solo operazioni base (selezione, cancellazione), ma stanno lavorando a tutta la GUI necessaria per la modellazione di modelli anche complessi, partendo da zero. Ecco il motore 3D attuale all'opera su un modello.
Si sa per ora che è basato su due motori open source: Papervision3D e Away3d.

Ovviamente tutti i tool saranno completamente gratuiti, in vero stile web 2.0

Mentre scrivo mi rendo conto che definire questo progetto "ambizioso" è veramente poco. Mi verrebbe quasi da dire utopico, se non fosse che voglio crederci: se non impazziscono prima credo che riusciranno a produrre tuti i tool, il file system, il market place.. certo magari in 10 anni.. ma ce la faranno ;)

Segue minigallery con screenshot di Phoenix e Raven.
Phoenix

Screenshot di Phoenix e Raven.


via
  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: