Terrorismo e brand identity


Qualcuno ad ironic sans, ha fatto una interessantissima ricerca sul logo delle associazioni terroristiche.
Effettivamente, con così tanti gruppi terroristici che fanno saltare in aria persone e riducono a brandelli corpi, è spesso difficile ricondurre tali atti a questo o quel gruppo ed è quindi necessaria una operazione di brand identity che faccia uscire l'identità dell'organizzazione, spesso anche oscurata da inquietanti passamontagna.
Quindi, così come Joe Strummer con la maglietta delle brigate rosse, operazioni di marketing e advertisement non sono poi così distanti da organizzazioni che vorrebbero proprio distanziarsi da queste parole anglofone.
La ricerca è stata fatta, principalmente attraverso wikipedia, quindi non c'è nessuna garanzia che questi loghi possano poi effettivamente appartenere ad organizzazioni violente, ma alcuni di questi sono ben noti e fanno parte dei lati bui della nostra storia.
Quindi, tra stelle, ossa, fucili incrociati ed altri immaginari collettivi, questo è l'interessante post sul terrorist design.

  • shares
  • Mail