Dall'Imperial College of London i vestiti in formato spray


Il mondo dell'abbigliamento non sarà più lo stesso, e con lui quello della moda e del design. Scordatevi ago e filo, cuciture e tessuti; d'ora in poi non sarà più un modo di dire che un tal vestito ci è dipinto addosso, perché tra molto poco gli abiti ce li spruzzeremo direttamente sul corpo, con delle normali bombolette spray.

L'idea e la sperimentazione sono praticamente concluse, e come si vede dal video basta spruzzare quella che sembra una di quelle stelle filanti che si trovano a Carnevale. Addosso ci potremo ritrovare un vero e proprio tessuto, adatto per l'estate e per l'inverno, da inventare con gli spessori e i colori desiderati. Riuscite a immaginarne la quantità di vestiti che si potranno inventare ogni giorno?

Il filo che si vede uscire è composto da fibre di cotone, polimeri e un solvente che dallo stato liquido, una volta spruzzato, passi alla stato solido. I vestiti potranno essere lavati e indossati come altri vestiti, permettendoci non solo di crearne su misura, ma di inventare la nostra collezione personale.

La rivoluzionaria idea e scoperta giunge da Londra, esattamente dall'Imperial College, grazie all'ingegnere Paul Luckham e al fashion designer Manel Torres, che dichiarano che oltre a soddisfare le richieste di novità di moda e design, una tale invenzione potrà essere utilizzata anche come medicamento, una volta aggiunto il farmaco necessario al materiale sterile della bomboletta. Pensate quante altre cose ci si potranno fare.

  • shares
  • Mail