"Proteigon": creare solidi da un foglio di carta nell'animazione in stop-motion di Steven Briand

Torniamo a parlare del talentuoso Steven Briand noto ai più con il suo nome 'da battaglia' di Burayan. L'ex-studente dell’Ecole Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi ci delizia con un'altro incredibile lavoro dopo il suo "Frictions". L'approccio è sempre lo stesso: il corpo, la gestualità, l'uso dei volumi e della geometria che si 'piega' al volere dell'immaginazione.

Tutto avviene tramite la tecnica della stop-motion e con pochi, pochissimi mezzi. 'Stavolta si parte da un foglio di carta, per arrivare a una sorta di 'lotta' (sincronizzata perfettamente dal sound design di Moritz Reich con la musica di Nodey & Omar) tra la volontà creatrice e i limiti della forma. Il risultato finale è un pezzo di bravura di un minuto e mezzo, da vedere.

  • shares
  • Mail