"Swing of Change": un'animazione in 3D che racconta il razzismo sconfitto da una tromba

Siamo negli Stati Uniti degli anni '30. Harry è un barbiere che mostra orgoglioso il suo rifiuto di servire persone di colore. Il suo grammofono su cui girano dischi di marcette militari smette di funzionare. Un trombettista di strada minaccia la sua quiete reazionaria. Harry lo affronta, il ragazzo afroamericano fugge. A Harry rimane la tromba del giovane musicista, che lo farà ricredere, convincendolo in modo 'magico'...

Questa la trama, il resto, tutto da vedere, è questo lavoro animato in 3D da Harmony Bouchard, Andy Le Cocq, Joakim Riedinger e Raphael Cenzi con il commento sonoro di Denis Riedinger, il sound design di Jose Vicente e le coreografie di Tony Style e Christiane Cilluffo-Marciano. Tecnicamente sbalorditivo, coinvolgente e ben narrato, "Swing of Change" è stato realizzato come lavoro finale per il corso dell'Ecole Supérieure des Métiers Artistiques ed è davvero un piccolo gioiello.

  • shares
  • Mail