Dall'Australia GetUp! realizza il video per sposare le differenze


Prima di leggere guardate il video per intero. Davvero, non proseguite nella lettura se non volete rovinarvi due minuti di bellezza. Nella rete si può trovare lo stesso video con titoli che spoilerano contenuto e conclusione. Certo, i brividi non mancano anche a chi lo ha visto sapendone il fine, ma perché rischiare?

Lo spot è stato realizzato e supportato da GetUp! per la campagna a favore dei matrimoni gay in Australia, ma è chiaro che vista la viralità e il tema farà molta strada, tanto più che non ci sono testi, ma solo musica e immagini.

Il tema trattato non è affatto semplice, tanto più se si pensa di dover sensibilizzare le persone su qualcosa così permeato dai pregiudizi. L'idea è quella di far emozionare chiunque, a prescindere da come la pensi, e solo alla fine di sorprendere.

Il "trucco" è coinvolgere lo spettatore tramite le riprese in soggettiva, che al tempo stesso creano anche mistero e attesa per chi sia il reale soggetto. Nei due minuti scorre un'intera esistenza vissuta in due, si partecipa, ci si affeziona, si provano emozioni vere, e scoprire alla fine che siano le stesse di un omosessuale innesca inevitabili riflessioni su cosa sia davvero giusto o sbagliato.

Alla fine del video, se non si fosse d'accordo sui matrimoni gay, quanto meno rimangono in testa un paio di domande: ho provato emozioni false, o i miei pensieri in merito lo sono? Se la loro vita è così simile -anzi uguale- alla mia, cosa rimane di diverso?

  • shares
  • Mail