Water painting: Chu Lin Huang ci stupisce e rilassa con la sua arte


Questo video è una di quelle perle che si trovano per caso, per un attimo ci si chiede come diamine si possa fare qualcosa del genere, e infine si rimane estasiati, ipnotizzati e rilassati da tanta maestria e bellezza, come senz'altro è intenzione dell'autore.

Chu Lin Huang è l'artista in questione, classe 1980, nato a Shandong Heze, da sempre ossessionato per l'arte, dopo anni di studio nel 2010 realizza il primo lungometraggio d'acqua, vincendo molti premi, e ricevendo l'attenzione dei media.

La tecnica utilizzata è tanto artistica quanto filosofica, e al suo interno si esprimono diversi componenti quali ovviamente l'acqua, in quanto generatrice di ogni cosa e donatrice di vita; la carità secondo la quale ogni gesto serve al successivo ed è richiamato dal precedente; e la pace, necessaria, perché l'acqua in tumulto s'incresperebbe e altrimenti non vi sarebbe arte. Tutti elementi tipici della cultura orientale, che si esprimono soprattutto attraverso le bellissime immagini di Chu Lin, effimere come la maggior parte delle attività artistico-filosofiche orientali.

La cosa straordinaria è che anche solo con un elemento naturale come l'acqua, si possano narrare affascinanti storie che lasciano a bocca aperta e col fiato sospeso, non si sa se per l'estetica o per la storia in sé; un po' come sicuramente già Ilana Yahav già ci ha abituati con le sue storie scritte con la sabbia. Se ne desume che non servano grandi e raffinati strumenti per un buon design, ma solo una buona conoscenza di cosa si stia manipolando, e un'ottima inventiva. Il design non nasce solo grazie agli ultimi ritrovati tecnologici, ma per essere concepito gli basta una bacinella d'acqua, se prima nasce nella testa.

  • shares
  • Mail