L'identity dell'Asian Art Museum di San Francisco

Asian Art Museum

Un museo che versava in gravi difficoltà economiche e un'identità tutta da ricostruire, per guardare al futuro attraverso l'arte di quella parte del mondo da cui sembrano provenire i maggiori fermenti, culturali ed economici, l'Asia.

Per ribaltare completamente la situazione e dare un nuovo inizio alle attività dell'Asian Art Museum di San Francisco con una nuova identità, Wolff Olins, direttore creativo dell'omonimo studio newyorkese è partito da un capovolgimento.

Quello della lettera A, che a testa ingiù è diventata il nuovo logo del museo, declinata su ogni supporto e per ogni occasione d'uso, di volta in volta colorata, ombreggiata, delineata, riempita con pattern e figure, dalla scultura che accoglie i visitatori all'entrata al merchandising e alle affissioni che pubblicizzano le esposizioni temporanee, a dimostrazione di tutta la sua versatilità.

Se poi consideriamo che la A rovesciata è un simbolo matematico che sta per "per ognuno", affiancarla alla parola Asian immediatamente ribadisce l'apertura e lo slancio popolare di un museo che vuole veder crescere il proprio pubblico e la propria riconoscibilità.

Via | BrandNew

Asian Art Museum
Asian Art Museum Asian Art Museum Asian Art Museum Asian Art Museum Asian Art Museum Asian Art Museum

  • shares
  • Mail