GAS, magliette a prova di grafico per un'inedita capsule collection

Le magliette di GAS al Salone del Mobile

Una tavolozza bianca dove imprimere segni e immagini. Ascoltando la sensibilità, le idee e il rigore compositivo di un grafico. E' la visione di GAS per la nuova linea di magliette lanciata in occasione dello scorso Salone del Mobile. Complice anche Giorgio Camuffo, che in veste di art director ha selezionato alcuni tra i migliori talenti europei del settore, promuovendone i lavori in una mostra alla Triennale di Milano, Graphic Design Worlds, poi confluita nel circuito del Fuori Salone sotto l'egida del marchio di abbigliamento.

Autori dei progetti, i designer Anthony Burrill, Giacomo Covacich, Julia, Mathias Schweizer, Joseph Miceli, Norm, Tommaso Garner, espressioni di un design di ricerca aperto alla contaminazione di esperienze su scala internazionale (molti tra loro, non a caso, collaborano o vivono a cavallo tra più continenti) e alla fusione dei linguaggi di moda e grafica. Quanto alle magliette, invece, le possiamo già trovare nei punti vendita GAS in una capsule collection dedicata.

Le magliette di GAS al Salone del Mobile

Le magliette di GAS al Salone del Mobile
Le magliette di GAS al Salone del Mobile
Le magliette di GAS al Salone del Mobile

Le magliette di GAS al Salone del Mobile
Le magliette di GAS al Salone del Mobile
Le magliette di GAS al Salone del Mobile

  • shares
  • Mail