Il restyling di un'antica chiesa trasformata in abitazione di lusso

Restyling di una chiesa antica

Quella nelle immagini è un'abitazione che potrebbe a tutti gli effetti rientrare nella categoria del "loft", pur non avendo origini industriali; infatti con tale termine si possono indicare anche residenze ricavate da edifici prima adibiti ad altre destinazioni d'uso, non necessariamente riconducibili a fabbriche.

In questo caso particolare, il restyling è piuttosto sorprendente: da un edificio storico del 1867 di Brisbane (Australia), gli architetti dello studio Willis Greenhalgh Architects hanno infatti ricavato due abitazioni di lusso; la destinazione precedente è tuttavia rintracciabile nella forma della struttura architettonica: l'edificio infatti fu prima una chiesa e successivamente un teatro.

La trasformazione è decisamente notevole: gli interni infatti, pur mantenendo la sopracitata struttura, tipica e caratteristica, si presentano come un omaggio alla contemporaneità, con arredi e rivestimenti degni di uno stile perfettamente calato nell'attuale.

Superfici altamente riflettenti, a partire dal pavimento, luci incassate nei soffitti e ben posizionate, forme lineari e quasi minimaliste, un bianco diffuso ed elegante, manifestano in effetti la predisposizione ad un gusto anche tendente al futuro.

Restyling di una chiesa antica Restyling di una chiesa antica Restyling di una chiesa antica Restyling di una chiesa antica

Restyling di una chiesa antica Restyling di una chiesa antica Restyling di una chiesa antica Restyling di una chiesa antica Restyling di una chiesa antica

Via | Contemporist

  • shares
  • Mail