{objet} trou noir, gli scarti rigenerati del VIA al Salone del Mobile

via salone del mobile 2011

Progetto di spicco tra le proposte al Salone del VIA, ente governativo francese dedicato al sostegno dei giovani designer d'oltralpe: si tratta di {objet} trou noir ("oggetto buco nero"), ricerca sulle potenzialità estetiche e funzionali dei materiali di scarto sviluppata da Gaelle Gabillet e Stéphane Villard.

In particolare, la loro sperimentazione si concentra su un uso inedito del Cofalit, un materiale che nasce dalla vitrificazione dei rifiuti contenenti aminato o dai materiali inerti provenienti da scarti edilizi, qui impiegato per realizzare mattoni e tegole per la realizzazione di stufe, radiatori e rivestimenti a terra.

Ma la rivisitazione degli rifiuti non finisce qui: sempre con il Cofalit, Gabillet e Villard hanno realizzato anche oggetti e complementi di arredo dalla spiccata multifunzionalità. Con un presupposto preciso: se potremo utilizzare un artefatto per fare più cose, avremo in prospettiva meno oggetti da dismettere. A vantaggio di una gestione ottimizzata dei rifiuti e di una maggiore sostenibilità ambientale.

  • shares
  • Mail