Windsor, il font preferito da Woody Allen

Della predilezione di Woody Allen per il famoso carattere tipografico Windsor nei titoli di testa, noi avevamo già parlato più di un anno fa, in occasione del lancio di Heroine, un font ad esso ispirato, per cui era stato creato un trailer che omaggiava la Manhattan del cineasta newyorkese.

La notizia di oggi è che al connubio amoroso tra Allen e il carattere disegnato da Elisha Pechey nel 1905 (per lo studio tipografico Stephenson Blake di Sheffield), ha dedicato un articolo pochi giorni fa addirittura il quotidiano inglese Guardian. A metà tra il feticismo e una lungimirante forma di brand identity, l'autore, il giornalista Jonathan Glancey, include il font tra gli elementi che caratterizzano le pellicole di Allen, al pari del vecchio jazz, degli occhiali a montatura spessa, dei dialoghi serrati e delle nevrosi.

Raccogliendo poi un po' di aneddotica, il fatto per esempio che la scelta sia stata consigliata al regista dal famoso disegnatore Ed Benguiat durante una colazione, Glancey sottolinea meravigliato come l'argomento susciti dibattiti in rete di esperti e fan che soppesano e analizzano, all'uscita di ogni film, trailer e titoli di testa, cercando ogni volta di individuare non solo il font, ma anche la versione utilizzata: Elongated o Light Condensed?

Via | Guardian.co.uk

  • shares
  • Mail