MIT Media Lab: un logo, quarantamila varianti

La nuova visual identity del MIT Media Lab si ispira alla comunità da cui è composta: persone altamente creative con i background più disparati che si mettono insieme, confrontandosi e sviluppando collaborativamente una visione del futuro. Questa dinamica si riflette nel design del logo. Ciascuna delle tre forme rappresenta il contributo del singolo, mentre quella finale è appunto il risultato di questo processo: una costante ridefinizione di ciò che i media e la tecnologia significano oggi.

Il logo si basa su un sistema visivo, un algoritmo che genera un simbolo unico per ogni persona: docenti, personale e studenti. Ciascuno può rivendicare il proprio apporto e la sua singola forma, utilizzandolo sul proprio biglietto da visita, sulla carta intestata, nelle animazioni, come elemento della segnaletica o sul sito personale. Il tutto attraverso una interfaccia web personalizzata tramite la quale chiunque operi presso il Media Lab può chiedere e scegliere il proprio marchio individuale.

Il sistema è un'idea dello studio TheGreenEyl, con la direzione creativa e del design di Richard The e E Roon Kang. La programmazione e il design sono stati affidati a Willy Sengewald mentre il software è il Processing. Il video è opera di Paula Aguilera del MIT Media Lab con le foto di Andy Ryan e Richard The.

  • shares
  • Mail