Nuovi materiali, le sperimentazioni sullo Zelfo di Elise Gabriel

L’étreinte du Zelfo

Lo Zelfo è una bioplastica, ottenuta con fibre di cellulosa provenienti da carta, stoffa e legno riciclati e composti senza l'utilizzo di resine e collanti chimici, che la giovane designer francese Elise Gabriel ha utilizzato per la serie di elementi d'arredo "L’étreinte du Zelfo", progettata durante il suo ultimo triennio all'Ecole normale supérieure de Cachan.

Sotto il tutorato di Erwan Bouroullec e Benjamin Graindorge, Elise Gabriel si è confrontata con un materiale che definisce vivo e ribelle, per la sua capacità di piegarsi e modellarsi ma di reagire alle torsioni e all'asciugatura contraendosi, abbracciando letteralmente gli altri materiali.

Ecco quindi il tavolo Tiga e la sedia Liga, le lampade Perchées e le consolle La Ronde et l’Oblongue i cui piani, gambe e aste in legno sono legati da giunture in zelfo che li abbracciano letteralmente. L'intera collezione, che è stata realizzata in collaborazione con The Green Factory per le materie prime, sarà esposta per tutto il mese di marzo a Parigi presso la Galerie Gosserez.

Via | Reflexdeco.fr

L’étreinte du Zelfo
L’étreinte du Zelfo L’étreinte du Zelfo L’étreinte du Zelfo
L’étreinte du Zelfo L’étreinte du Zelfo L’étreinte du Zelfo

  • shares
  • Mail