Laia Clos e l'interpretazione grafica de "Le quattro Stagioni" di Vivaldi

Laia Clos Quattro Stagioni Vivaldi

Lei si chiama Laia Clos, è catalana e dopo essersi laureata in Storia dell'Arte all'Università di Barcellona, ha deciso di proseguire gli studi in graphic design alla Escola Massana per poi lavorare alla Compañía General de Ideas e approdare allo studio di Enric Jardí. Il risultato di un simile curriculum è tutto espresso in questo lavoro che reinterpreta "Le Quattro Stagioni": i primi quattro concerti per violino di Antonio Vivaldi.

Non è un'infographic (o almeno non nell'accezione stretta del termine), ma un lavoro più complesso che traspone strumenti, dinamica del volume e durata e altezza delle note. Complicato spiegarlo a parole, meno difficile capire di cosa si tratta seguendo l'elegantissimo e suggestivo schema proposto. Un esempio di come il graphic design può arrivare ad essere anche una valida chiave di interpretazione.

Laia Clos e Le quattro Stagioni di Vivaldi
Laia Clos e Le quattro Stagioni di Vivaldi
Laia Clos e Le quattro Stagioni di Vivaldi
Laia Clos e Le quattro Stagioni di Vivaldi
Laia Clos e Le quattro Stagioni di Vivaldi
Laia Clos e Le quattro Stagioni di Vivaldi
Laia Clos e Le quattro Stagioni di Vivaldi

  • shares
  • Mail