Vittoriale d'Annunzio: la mostra "d'Annunzio e i Giardini di Pan"

Torna alla sua seconda edizione, un percorso tra sonorità, installazioni e opere d’autore, gusto e natura che richiama il profondo legame tra l’estetica dannunziana e l’Oriente. Si tratta di d'Annunzio e i Giardini di Pan, evento che si svolgerà al Vittoriale dal 10 maggio al 31 di ottobre. Le foto sono su Designerblog

Frutteto_mbp_07

Torna alla sua seconda edizione, un percorso tra sonorità, installazioni e opere d’autore, gusto e natura che richiama il profondo legame tra l’estetica dannunziana e l’Oriente. Si tratta di d'Annunzio e i Giardini di Pan, evento che si svolgerà al Vittoriale dal 10 maggio al 31 di ottobre, nella meravigliosa residenza del poeta, esplorando i suoi spazi più interni ed intimi.

L’iniziativa, curata da Alessandra Coppa, promossa da EN SPACE network e dalla Fondazione il Vittoriale degli Italiani, con il patrocinio di Padiglione Italia Expo 2015, è un vero e proprio omaggio alla poetica, all’estetica, al panismo e al gusto di d’Annunzio attraverso il suo legame profondo con l’Oriente.

Tra gli interni ed il giardino, l'evento, sviluppato tra Auditorium, Museo d’Annunzio Segreto, Prioria, Limonaie, Acqua Savia e Arengo, propone un continuo gioco di rimandi tra oggetti e luoghi, suoni e natura.

Nel nuovo Museo d’Annunzio Segreto sarà presentata una selezione di oggetti orientali provenienti dalla collezione dannunziana alla Prioria: dalla vestaglia in color violato alla statua di Buddha, dalla maschera teatrale alla katana, dalla sedia pieghevole in lacca cinese al Cane di Fo, dall’anfora alla carpa, all’elefante, alla tartaruga sino al più grande oggetto ‘orientale’, ossia la Stanza della Leda, luogo dell’amore, del segreto e dell’eternità. Ogni oggetto racconta la vita di d’Annunzio, i suoi rimandi biografici, letterari, estetici e ossessivi, inoltre, tramite un QR Code i visitatori si potranno collegare al sito del Vittoriale e soddisfare ogni curiosità sugli oggetti in mostra.

Nell'atrio dell'Auditorium, invece, saranno in mostra diverse varianti della celebre Poltrona Proust dell’architetto e designer Alessandro Mendini, realizzate nel 1978. Ma la più importante, è la Proust realizzata nella cromia individuata da d’Annunzio e da lui battezzata violato e realizzata per l’occasione da Magis. La poltrona Magis Proust color violato accoglierà gli ospiti degli Incontri scomodi che si succederanno nel semestre Expo al Vittoriale, tra cui Morgan, Fulvio Abbate, Italo Rota, Alessandro Mendini. “Fare andare finalmente d’accordo Proust e il Vate è stata un’impresa: potenza del colore”, sostiene Mendini.

All’inaugurazione del 10 maggio, quando l'ingresso al Parco sarà gratuito, inoltre, sarà aperto al pubblico il nuovo percorso dell’Acqua Savia. Riscattato dopo un sapiente lavoro di ripristino con recupero e valorizzazione, il nuovo percorso si svela finalmente ai visitatori tra cascatelle, ponticelli, architetture e una vegetazione ora disciplinata, mentre il 20 settembre, sarà inaugurata la mostra Il tuono di Pan tra arte e natura.

Lungo questo nuovo percorso, saranno posizionati i 7 grandi corni acustici che riveleranno ai visitatori il “suono del cemento”. Realizzati grazie a Italcementiche ha messo a disposizione un prodotto per il design di ultima generazione, i.design EFFIX, i corni sono veri e propri pezzi unici d’autore interpretati da artisti e designer internazionali (Dario Ballantini, Vincenzo Del Monaco, Setsu & Shinobu ITO, Shuhei Matsuyama, Fabrizio Musa, Sonja Quarone, Carla Tolomeo). I sette nuovi corni si sommeranno ai quattro già presenti nel parco, disegnati nel 2014 da Italo Rota, e realizzati sempre da Italcementi, e diffonderanno un inedito di Morgan musicato per l’occasione, in collaborazione con il Festival del Vittoriale Tener-a-mente.

Arrivando poi alle Limonaie del Vittoriale, una serra realizzata ad hoc ospiterà la reinterpretazione della cucina dannunziana, e offrirà degustazioni eno-gastronomiche a tema realizzate da importanti chef in occasione di appuntamenti ed eventi speciali nel semestre, tema gastronomico legato ad Expo che coinvolgerà anche il territorio attraverso un circuito di promozione con eventi a tema nei ristoranti e negli hotel della zona.
Sempre in tema di Expo, il richiamo alla misura e alla moderazione avrà come simbolo la grande tartaruga, morta per indigestione, che domina la sala da pranzo (Sala della Cheli) nella Prioria.

Alcuni degli eventi già inseriti nel calendario li trovate qui:
10 maggio 2015: inaugurazione d’Annunzio e i Giardini di Pan 2015, II ed. - apertura mostra Racconti d’Oriente - apertura mostra La Proust Violato - apertura al pubblico nuovo percorso dell’Acqua Savia - celebrazione dei 40 anni di apertura al pubblico della Prioria - Incontri scomodi: Alessandro Mendini - presentazione mostra Il Tuono di Pan tra arte e natura - inaugurazione Serra nelle Limonaie.
12 giugno 2015: Convegno: Ingordigia e digiuno: il vuoto e il pieno nella composizione architettonica, Ordine degli Architetti PPC di Brescia. Modera Luca Molinari.
19 giugno 2015: Incontri scomodi: Giordano Bruno Guerri.
20 settembre 2015: apertura mostra Il Tuono di Pan tra arte e natura - incontri scomodi: Morgan
26 settembre 2015: Incontri scomodi: Fulvio Abbate - d’Annunzio e Debussy, Una vita ad afferrare il mistero, tra letteratura e musica, maestri cameristi della Filarmonica del Teatro Regio di Torino, a cura di Alessandra Morra, in collaborazione con l’Associazione In Donne Veritas.

Uno dei 7 corni di Italcementi, la Proust color violato realizzata da Magis e gli oggetti orientali di d

Uno dei 7 corni di Italcementi, la Proust color violato realizzata da Magis e gli oggetti orientali di d'Annunzio

 

credits image delle due foto panoramiche: Francesco Arenghi

  • shares
  • Mail