Le sedie Billiani disegnate da Emilio Nanni

Billiani presenta le sue nuove sedie Load ed Hippy, firmate dall'estro del designer Emilio Nanni

Sedie Billiani photogallery

Nascono dall'estro creativo del designer Emilio Nanni le nuove sedie, già presentate allo scorso Salone del Mobile, targate Billiani. Loro si chiamano Load ed Hippy e sono sedute di natura easy, nonostante dietro ci sia uno studio quasi maniacale di proporzioni, spessori, materiali e volumi.

Load ad una prima occhiata dà immediatamente l'idea di qualcosa che appartiene ad un mondo parallelo, vicino e lontano allo stesso tempo. Il design si ispira ufficialmente allo stile di vita scandinavo, essenziale e senza troppi orpelli, ma noi ci vediamo anche un "aggiornamento" di quelle deliziose sedie di legno e paglia delle nonne. Ovviamente rivedute e corrette per adattarsi alle case contemporanee e alle esigenze di chi le usa.

La serie Hippy invece più che a delle sedie fa riferimento a delle comode poltroncine, declinate nei modelli Wood e Metal. Non inganni il nome, perché questi oggetti non posseggono nulla che riporti alla mente il periodo dei figli dei fiori. Anzi, a nostro parere queste sedie hanno un'anima borghese, sottolineando con le linee quasi da ufficio e la soffice imbottitura, un lusso non per tutti.

In generale Load ed Hippy sono sedute facilmente collocabili in qualsiasi tipo di ambiente e già dalle foto si coglie immediatamente la cura nei dettagli che è stata messa in fase di progettazione e produzione. Ma in fondo non diciamo davvero nulla di nuovo, visto che queste "coccole" hanno reso negli anni l'azienda Billiani molto amata. La sinergia e la complicità con Nanni sono poi cosa altrettanto nota.

Le sedie nel complesso ci convincono, ma forse un piccolo appunto sulla scelta dei nomi ci viene spontaneo farlo. Magari in quello si poteva fare qualcosa di più.

Sedie Billiani photogallery

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail