Zaha Hadid firma per il London Aquatics Centre una elegante ristrutturazione

Interni eleganti e rifiniture particolari proposte da Zaha Hadid per il London Aquatics Centre a seguito dei giochi olimpici del 2012

London Aquatics Centre di Zaha Hadid

È giunta finalmente al termine la ristrutturazione del London Aquatics Centre dopo i giochi olimpici disputati nel 2012, un progetto ideato da Zaha Hadid Architects aperto al pubblico con grande successo dal 1 marzo 2014. L’edificio è stato adattato a nuove modalità di utilizzo, poiché le tribune degli spettatori temporanee sono state sostituite da superfici vetrate, con nuove combinazioni di elementi interni molto interessanti, tra cui spiccano un banco reception e rivestimenti per le pareti, tutti realizzati nella tecno superficie DuPont™ Corian®.


London Aquatics Centre di Zaha Hadid

L’area destinata agli ascensori vede protagonista un color nero corvino molto intenso, difatti ogni tonalità adottata per il completamento della struttura le conferisce un aspetto più intenso e profondo, con eccellenti prestazioni estetiche nate da una lavorazione semplice e innovativa, anche dal punto di vista tecnologico. Il nuovo rivestimento pensato per gli ascensori va a sostituire quello precedente realizzato in metallo, in modo da poter abbellire il tutto evitando la presenza di giunti visibili manifestando tutta la sua brillantezza.

Anche la zona destinata all’accoglienza del pubblico viene rivisitata, grazie alla presenza di un maestoso e intrigante bancone per la reception. Linee morbide e sensuali ma distintive rendono l’oggetto versatile, ma dal design elegante, funzionale e molto accogliente: ospiti, clienti e visitatori non potranno che restare soddisfatti di questa nuova presentazione. Il colore bianco del banco dalla finitura immacolata, resistente e di facile manutenzione garantisce prestazioni elevate in un ambiente colmo di persone. Inoltre, anche i muretti posti all’entrata richiamano le forme di questo elemento d’arredo originale e raffinato.

Dotato di doppia curvatura, il banco reception viene realizzato grazie a un’esperta termoformatura e tecniche di giunzione, con l’aggiunta di cassettiere, coperture per i cavi e porte integrate che rendono l’ambiente ancora più completo e funzionale. L’Aquatics Centre viene progettato non solo per gare di nuoto ma anche per la comunità; un progetto che vede la presenza di tre piscine rivestite da 180.000 piastrelle. Il tetto ondulato che le sovrasta offre uno spettacolo davvero suggestivo, lungo 160 m e largo più di 80 m. inoltre, contiene il 50% di materiali riciclati ed è quindi a favore della sostenibilità.

Via | Zaha Hadid, Edilportale

Foto | Courtesy credit Hufton + Crow

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail