Milano Design Film Festival: le date, tutti gli eventi e come arrivare

Milano Design Film Festival sarà ospitato presso l'Anteo spazioCinema, con interessanti premi che saranno assegnati ai vincitori tramite giuria qualificata e professionista

Dai confini del solito. TRAILER from Milano Design Film Festival on Vimeo.

Grazie al successo ottenuto durante la prima edizione, Milano Design Film Festival è stato promosso e patrocinato dal Comune di Milano, sostenuto anche dal patrocino dell’EXPO 2015. L’evento di quest’anno, che si terrà dal 9 al 12 ottobre 2014, sarà collocato presso l’Anteo spazioCinema di Milano, che si trova in via Revere 16, con quattro sale e 600 sedute. Milano Design Film Festival non sarà solo cinema, ma anche workshop, musica, chiacchiere, concorsi, aperitivi, dibattiti e incontri. La conferenza stampa introdotta da Cristina Tajani, Assessore allo Sviluppo economico, Moda e Design e da Filippo del Corno, Assessore alla Cultura, vede Silvia Robertazzi e Antonella Dedini dedite alla presentazione delle tappe del Milano Design Film Festival.

Milano Design Film Festival 2014, film e curatori

Evento internazionale che prevede tre mete fuori sede, a Pechino, a Roma e a Parigi. Per presentare una scelta fra i lavori scelti da Milano Design Film Festival sono stati selezionati il MAXXI di Roma, il quartiere Sanlitun Taikooli di Pechino e l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi. MDFF non trascura gli aspetti istruttivi che i documentari portano con sé e, per questo motivo, ha ottenuto un accordo con l’Ordine degli Architetti di Milano per stabilire un programma didattico che possa aggiornare gli architetti iscritti all’Albo, previo un decreto ministeriale.

Gli eventi predominanti di quest’anno saranno lo Short Film Milano Design Film Festival Award 2014 e l’Audience Short Film Award. Nel primo caso ci si troverà di fronte a cortometraggi audiovisivi della durata massima di 10 minuti, il cui tema sarà “Milano. I luoghi dove mangiamo”, contest che combinerà architettura, cibo e design. La pellicola dovrà essere ambientata a Milano, futura sede dell’EXPO 2015, con racconti pubblici o privati mirati ai comportamenti alimentari e al rapporto tra individuo e cibo. Il vincitore si aggiudicherà un premio di 15 mila euro L’Audience Short Film Award rappresenta il premio aggiudicato dal pubblico durante la visione dei 10 progetti, costituito da una borsa di studio da parte di SAE Institute Milano, la quale coprirà tutte le spese relative all’iscrizione al Corso di Motion Graphics 2015.

Le schede relative all’iscrizione al premio e al bando sono disponibili dall’11 aprile 30 giugno 2014, mentre lo storyboard dovrà essere spedito tramite raccomandata entro il 30 giugno 2014. La giuria che si occuperà della selezione del vincitore è composta da professionisti, quali: Silvia Robertazzi, Didi Gnocchi, Letizia Cariettlo, Maurizio Nichetti, Porzia Bergamasco, Antonella Dedini, Lionello Cerri, Giorgio Pona, Alberto Zontone e Patricia Urquiola.

In anteprima, la sinossi di due film documentari che saranno presenti all’evento


OFFICIAL TRAILER FOR 'REM' DOCUMENTARY from tomas koolhaas on Vimeo.


Rem di Tomas Koolhaas: racconta l’architettura vista dall’interno, con un documentario espressivo e suggestivo. Per via della macchina da presa adottata, il pubblico potrà osservare la vita nascosta situata all’interno degli edifici, dando un’impronta ancora più importante all’architettura. REM non tratta del rapporto interpersonale tra un padre e un figlio, ma verte nei confronti del significato dell’architettura per gli individui che la abitano.

Dai confini del solito di Toni Meneguzzo: è un cortometraggio basato sul mondo di Piero Fornasetti, in concomitanza con la mostra Piero Fornasetti – 100 anni di follia pratica, presenziata alla Triennale di Milano dal 13 novembre 2013 al 9 febbraio 2014. Pellicola caratterizzata dallo stop motion, ovvero la combinazione di 12.400 immagini riguardo abitazione, showroom e laboratorio di Fornasetti. Il regista ha poi scelto 31 scatti della casa, 20 del negozio, 31 degli oggetti in studio e 20 del laboratorio da presentare al concorso. Con questa rappresentazione, Toni Meneguzzo vuole rappresentare artisticamente Piero Fornasetti, utilizzando le fotografie del laboratorio come fonte di dinamicità riguardo il lavoro delle persone comuni.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Vota l'articolo:
4.05 su 5.00 basato su 20 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO