Workspaces: le gallery di Share Some Candy

ShareSomeCandy_Workspaces

Ancora una galleria di profili realizzata sbirciando i creativi nei loro spazi di lavoro. 'Stavolta a proporcela sono quelli di Share Some Candy con il progetto Workspaces. L'idea è la stessa di siti come The Selby o Where we do what we do, l'approccio è ancora più intimo e sentito del solito, visto che i ritratti di Share Some Candy sono caotici e appassionati, con foto molto poco 'eleganti, ma attente a ogni dettaglio confusionario che possa rivelare qualcosa in più degli autori proposti.

Uno degli episodi migliori è quello che ritrae l'incursione nello studio di Gemma Correll. Da una artista così impegnata, subissata di commissioni e allo stesso tempo prodiga di consigli su come strutturare la propria creatività quotidiana, sarebbe stato più che legittimo aspettarsi un luogo di lavoro ordinatissimo. Materiale catalogato e una gran quantità di post-it a ricordare le scadenze.

Sorpresa, lo spazio della Correll è tutt'altro. Un caos di oggetti, stampe e riviste, spedizioni accumulate e un pavimento da campo minato su cui campeggiano scatoloni aperti e cavi. Un esempio evidente e 'positivo' di come la confusione non sia necessariamente sempre un limite per il proprio lavoro e di come i workspaces debbano essere prima di tutto un luogo rassicurante per chi crea. Di seguito, una gallery dei migliori spazi documentati da Share Some Candy.

Le postazioni di lavoro dei creativi
Gemma Correll
Pearson Maron
Mitsy Sleurs

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail