Le illustrazioni 'in negativo' di Noma Bar

NormaBar

Graphic designer israeliano, Noma Bar ha studiato design al Jerusalem Academy of Art & Design e si è fatto notare durante la Guerra del Golfo per una serie di illustrazioni tra cui quella che ritraeva la silhouette del volto di Saddam Hussein che emergeva dal simbolo del nucleare.

I suoi lavori partono dalla forza espressiva dei pittogrammi, per poi unire ironia e senso di spaesamento legati all'utilizzo del cosiddetto 'spazio negativo'. L'effetto finale è un misto di riconoscibilità estrema e di qualcosa che non viene invece percepito da subito. Si osserva con più attenzione, cercando di non farsi 'condizionare' dall'immagine predominante, per poi arrivare a cogliere quella 'nascosta', che rivela qualcosa in più del personaggio ritratto o della scena che viene rappresentata.

Nel suo nuovo libro Negative Space, Noma Bar procede ancora un passo oltre in questa sua ricerca grafica. Le immagini (che qualcuno ha definito come dei logo di grandi dimensioni) suggeriscono allo stesso tempo il 'problema' -la denuncia, la notizia- e la possibile 'soluzione'. Tutto nello stesso, coloratissimo spazio. Che ha ben poco di negativo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail