Untitled Sound Objects: le macchine al comando del suono

Ancora un esempio di sound design molto creativo, che muove i passi dall'interazione tra robotica e oggetti di uso comune. Untitled Sound Objects è una serie di installazioni di Zimoun e Pe Lang. I due svizzeri, utilizzano piccole macchine controllate da computer che, combinate con materiali di diverso tipo, generano dei pattern ritmici e sonori.

Si passa da collane a palline di polistirolo espanso, supporti di cartone e coni di amplificatori, fili elettrici e container che riproducono discorsi politici divisi per argomenti, rami di alberi aggrediti dalle tarme e pareti intere di contenitori simili a forni elettrici che, una volta aperti, svelano il suono di diverse città.

Il tutto ha anche un forte impatto visivo. Le macchine che generano il movimento sembrano autonome (robot, appunto) e catturano l'attenzione in maniera ipnotica, quanto i suoni prodotti. Dopo il salto, altri due video delle installazioni di Untitled Sound Objects.

Entsorgungsstelle für politische Reden, Zimoun 2005 from ZIMOUN VIDEO ARCHIVE on Vimeo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail