Arial o Helvetica? Sai distinguerli?

Helvetica

Non nascondiamoci dietro a un dito: qualunque appassionato di design, grafica, illustrazione ha una vera e propria perversione per i font. Certo, c'è chi si limita ad apprezzare un buon lavoro tipografico o chi passa le giornate a sfogliare libri e riviste misurando la sua passione in termini di interlinea e grazie: nel mezzo, una pletora di creativi ed esecutori che spesso fanno dei caratteri il loro marchio distintivo.

La diatriba è scoppiata da tempo: Arial o Helvetica? Per la verità, Helvetica ha surclassato abbondantemente il font di Microsoft, ma i due caratteri si contendono ancora il mercato di chi comunica attraverso le immagini. Soprattutto perché sono quasi indistinguibili. Calma. Ho scritto quasi. Le differenze ci sono e sono fondamentali per i risultati e la qualità di un qualsiasi materiale prodotto. Per di più, un occhio allenato sa riconoscerli.

Un momento. Ne siete così sicuri? David Friedman a quanto pare no. O forse vuole solo divertirsi. Chissà. Su IronicSans, trovate un quiz. Venti logo che utilizzano Helvetica sono stati riprodotti con Arial. E' una sfida, mettetevi alla prova. Qual è quello ritoccato e quale l'originale?

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: