Infografiche e social media, ciò che non sapevate ma che dovreste

Scritto da: -

In tempi natalizi è facile ritrovarsi a parlare con parenti che non siano propriamente coetanei, per cui può accadere che escano argomenti meno accettati rispetto ad altri. Uno di questi era sui social media e sul condividere, un’aberrazione per uomini e donne poco avvezzi alla tecnologia e alle tendenze degli ultimi anni. Se anche voi avete di questi parenti, non fategli mai vedere questa infografica, che informerà anche voi così avvezzi, su ciò che invece non sapevate.

Che apparteniate o meno al 62% degli adulti che in tutto il mondo usano i social media poco importa. Non serve infatti trascorrere 16 ore on-line al mese -questa la media- per contribuire al grande meccanismo della condivisione, che a sua volta porta pubblicità, e infine profitti da capogiro. D’altronde il sistema pubblicitario esisteva anche prima, e anche solo leggere un giornale o accettare un volantino partecipava e partecipa a farlo crescere.

La classifica dei social network più utilizzati è piuttosto nota, con Facebook al primo posto con 900 milioni di utenti in tutto il mondo, Twitter con 140 milioni per il secondo posto, e infine con quasi 100 milioni di utenti Pinterest che si aggiudica il terzo. Non ci si può certo scordare di YouTube, che è un caso a sé, essendo nell’ambito dei video il primo sito in assoluto, con 800 milioni di visitatori unici ogni mese.

Che si condividano o meno certe dinamiche, usi e costumi, questo non vale e non basta per tirarsene fuori. Personalmente neanche io condivido -per dire- certe economie, ma non posso fare finta che non ci siano e che non influiscano sulla mia vita. Per fortuna che per saperne di più ci sono le infografiche, che non daranno informazioni complete e nemmeno ne avranno l’ambizione, ma almeno la pulce la mettono.

Personalmente proverò a mostrare quest’ultima ai miei parenti vedendo cosa accadrà, e se ne troverò una su alcuni funzionamenti dell’economia non mancherò di studiarmela e parlarvene. Per ora rendo merito alla motion graphics ad opera di Andrej Preston, che con grande correttezza completa i suoi video anche con una ricca serie di fonti, ossia una sitografia.

Vota l'articolo:
3.48 su 5.00 basato su 21 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Designerblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.