Oggetti di design realizzati con vecchie botti dai ragazzi di San Patrignano in mostra a Riccione

Scritto da: -

Barrique

Barrique, la terza vita del legno” è il titolo della mostra che viene ospitata fino al prossimo 6 gennaio presso le celebri vetrine dei negozi di viale Ceccarini di Riccione. Si tratta di un’interessante mostra che comprende le creazioni degli artigiani di San Patrignano, che hanno dato nuova vita alle classiche botti di vino realizzate in legno.

Il progetto è stato ideato dalla comunità di San Patrignano, per proporre degli oggetti di design prodotti grazie al recupero di questo materiale, che, altrimenti, sarebbe stato destinato al macero. In tutto vengono messe in mostra 35 opere, oggetti artistici o volti ad arredare le nostre case.

Solitamente le barrique, le classiche botti da 250 litri che contengono il vino, dopo tre anni di utilizzo vengono gettate via, mandate al macero. Perché non recuperare questo materiale, riutilizzandolo nella creazione di oggetti che possono andare ad abbellire la nostra casa, oggetti utili o di design, per un prodotto finale totalmente ecosostenibile?

Il progetto, attuato dalla comunità di San Patrignano, ha coinvolto trentacinque architetti e designer, come Antonio Citterio, Michele De Lucchi, Elio Fiorucci, Alberto Meda, Alessandro Mendini, Angela Missoni, Paolo Pininfarina, Karim Rashid. Le loro idee sono state messe in pratica dai ragazzi della comunità, in maniera completamente artigianale.

Gli oggetti sono tra i più disparati: cavalli a dondolo, tavoli, chaise longue, panchine, sedute e molto altro ancora. I negozi e i ristoranti di viale Ceccarini a Riccione mettono in mostra in questi giorni di feste tutte le opere, permettendo anche l’acquisto degli oggetti. I ristoranti, poi, celebreranno ogni designer con un particolare menù a lui dedicato!

Foto | San Patrignano

Via | Ansa

Vota l'articolo:
3.85 su 5.00 basato su 48 voti.