Tubes radiatori: 25 anni ritratti da Gianluca Vassallo, foto e video

Nel 1992 nasceva Tubes e con lei i suoi radiatori di design. Oggi compie 25 anni e festeggia nel migliore dei modi, aprendo le porte della propria fabbrica e della propria famiglia, che per Tubes è un po' come dire la stessa cosa. All'inizio erano tre fratelli Augusto, Franco e Renzo Crosetta, oggi la famiglia si è allargata , con i figli e gli impiegati, ben ottanta. Scopri di più qui su Designerblog.

Nel 1992 nasceva Tubes e con lei i suoi radiatori di design. Oggi compie 25 anni e festeggia nel migliore dei modi, aprendo le porte della propria fabbrica e della propria famiglia, che per Tubes è un po' come dire la stessa cosa. All'inizio erano tre fratelli Augusto, Franco e Renzo Crosetta, oggi la famiglia si è allargata , con i figli e gli impiegati, ben ottanta.

In 25 anni di attività Tubes ha rivoluzionato il mondo dei caloriferi donandogli una nuova identità estetica, applicando nuove tecnologie di produzione, ed infine aggiungendo un'identità di firma, quella dei designer internazionali come Alberto Meda, Stefano Giovannoni, Peter Jamieson. La forma del classico radiatore tubolare è stata sorpassata con la collezione Elements, firmata proprio dai grandi appena nominati. Così Tubes realizza i desideri dei designer, dall'ideazione all'ingresso sul mercato. Ma siccome l'evoluzione è sempre stato un must dell'azienda, accanto ad Elements c'è la collezione freestanding, a sostituzione del termo arredo da parete.
La sperimentazione dell'azienda, però, va in più direzioni ed accanto alla forma non si può scordare la tecnologia, ma soprattutto l'efficienza energetica, tradotta nell'uso di estruso di alluminio: basta una minima quantità d'acqua per avere la massima resa termica.

E' questa, in breve, la storia dei primi 25 anni di Tubes. I prossimi sono tutti da vedere, ma ciò che è certo, è che iniziano con un nuovo ed entusiasmante progetto, la Murano Gallery LUab 4.0. Questo spazio polifunzionale situato sull’isola di Murano, è nato da un'antica fornace e dall’incontro di quattro soci, Francesco Scarpa, Ivano Seno, Andrea Perotta e il Maestro vetraio e designer Fabio Fornasier, la mente creativa.

Non si tratta quindi di una semplice fornace. I mattoni a vista, un giardino verticale, i pavimenti in legno ricavati da vecchie briccole caratterizzano un luogo di ricerca e sperimentazione, in cui sale espositive, forni, sale colore e zone living rivivono dopo un sapiente restauro. Se da un lato si lavora, dall'altro si ammira. Lo spazio infatti ospita anche una galleria espositiva occupata al momento dalla mostra Light Blowing: il vetro prende vita nelle lampade dei designer e degli studi più rinomati, da Zaha Hadid a Nendo, da Karim Rashid a Preciosa.

Tra forni e mattoni, però, non potevano mancare i pezzi iconici di Tubes: Soho e Square disegnati da Ludovica+Roberto Palomba, Milano di Antonia Astori e Nicola De Ponti, Rift di Ludovica + Roberto Palomba with Matteo Fiorini e add-On di Satyendra Pakhalé. Milano e Soho freestanding, posti in corrispondenza delle colonne, ne rinforzano l'impatto visivo; Soho, in versione verticale, fa da contraltare alla luce che penetra dalle finestre; Square, applicato alla parete, richiama un'opera d'arte in uno spazio museale; add-On arricchisce l'ambiente cucina con tutta la sua forza decorativa; Rift riscalda l'area bagno mostrando la vocazione originale del calorifero.

Nelle sale i caloriferi Tubes, in totale armonia con lo spazio, confermano la valenza scultorea che li caratterizza e che li ha resi in grado di inserirsi perfettamente in altre esposizioni museali dedicate al design di prestigio - Milano nella collezione permanente di design del museo Die Neue Sammlung a Monaco di Baviera ed add-On nella collezione permanente del Centre George Pompidou a Parigi e del Museo delle Belle Arti di Montreal.

Nelle fucine produttive e di sperimentazione Tubes si sta già alacremente lavorando a nuovi progetti per i prossimi 25 anni dell’azienda: infaticabilmente, umilmente e appassionatamente. Un piccolo mondo fatto di passione e ripreso dall'occhio esperto di Gianluca Vassallo artista e fotografo. La storia di Tubes, infatti, è stata ripresa nel suo cuore pulsante, nella fabbrica di Resana, in provincia di Treviso. Proprio qui si trova l'intera attività produttiva di Tubes. Ed è qui che tecnologia e innovazione si sposano con l'intervento dell'uomo, quello della famiglia e degli impiagati.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO