Per il video di FaltyDL le sperimentazioni di sound design di Daito Manabe e Kazuaki Seki

FaltyDL era un cuoco di sushi di New York, e poi si è ritrovato ad essere tra i più famosi e apprezzati producer americani di musica garage, bass, house e hiphop. L'ultimo singolo lo potete trovare su Ninja Tune e si intitola Straight & Arrow. FaltyDL ci dà occasione di parlare di quel sound design che non è solo progettazione del suono, ma che prende maggiormente vita quando gli si associano delle forme, delle immagini in movimento, grazie alle sperimentazioni di Daito Manabe e Kazuaki Seki.

La clip del pezzo è ad opera dei due succitati membri del collettivo Rhizomatiks di Tokyo, tutte persone che hanno a che fare con l'architettura, il sound design, la programmazione e i video artistici, e che hanno dato forma alla musica partendo da una sperimentazione sull'elettrostimolazione, proprio la stessa che sicuramente avrete visto in alcune pubblicità con gli atleti di turno che si pompano i muscoli stando comodi sul divano.

Per il video sono state impiegate 40 comparse connesse a degli impulsi elettrici, sincronizzati perfettamente con la musica di FaltyDL, che ne commentano e descrivono il pezzo a suon di ritmate contrazioni muscolari involontarie, ma indotte.

È estremamente interessante come quelle che possono sembrare esclusivamente due manifestazioni artistiche, una musicale e una di tipo performativo, in realtà siano poste in essere solo con un sostrato prettamente tecnico e tecnologico. Lo stesso d'altronde è quanto possiamo dire per la grafica, che senza una progettazione ampiamente intesa, sarebbe arte visiva.

Credo quindi che in questo caso si possa parlare di sound design non soltanto come prodotto creato dal tecnico del suono, ma anche di un risultato finale che si ottiene tramite la fusione di immagine e musica. Il risultato finale è un nuovo tipo di design, e i singoli elementi si commentano e sostengono a vicenda.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO