Tendenze Design 2017: 8 must have dell'arredamento

Dal country nordico al tropical, dagli anni 50 all’industriale più intimo e personalizzato. Scopri gli stili d’arredo di tendenza dell'anno su Designerblog

Tendenze rivisitate, nuovi esordi e nuove palette di colori. Ecco gli 8 must d’arredamento di quest'anno. Fra le cose più interessanti tanto colore, declinato fra sfumature vibranti di verde e gradazioni di blu sempre più decise e audaci, ma anche uno stile tropicalista più maturo e variopinto, una nuova frontiera, più intima, dello stile industriale, fantasie macro e un ritorno al country, meno rustico e decisamente più raffinato.

Gli Anni 50 non passano mai di moda


Lo stile e i mobili anni Cinquanta sono un classico senza tempo, ma quest’anno la parola d’ordine sarà “contrasto”. Sì, perché è questa la caratteristica dello stile eclettico; l’accostamento di colori, texture e accessori che differiscono tra loro creando un ambiente bohémien e raffinato, in bilico tra presente e passato. Ecco allora che ad accompagnare le linee intramontabili di quegli anni vedremo tappezzerie in velluto dalle cromie decise, come il viola o il colore melograno.

Il country nordico


Lo stile country sposerà il design nordico e tutti i suoi tipici colori. È così che il legno e le linee più classiche si tingeranno di bianco, celeste, gradazioni di legno più chiare e colori pastello. Il risultato di questo mix and match stilistico sarà un “nuovo” stile country più fresco, giovane e contemporaneo.

Blue is the new black


Il blu si candida ad essere il colore più utilizzato dell’anno, declinato in tutte le sue tonalità: dal blu oltremare all’azzurro pastello. Corposo e delicato, la gamma del blu non conosce stagione. Ideale per ambienti di servizio come cucina e bagni, sarà perfetto se declinato nella giusta tonalità anche per zona living e camera da letto. Le gradazioni su cui si scommette di più? “Intenso blu notte” e “azzurro balena”.

Lo stile tropical resta, ma con più colore


Anche in questo 2017 vedremo foglie di banano, stampe tropicali e materiali naturali e le texture si coloreranno di nuove tonalità: oltre al verde, si spazierà dal viola al rosa, passando ovviamente per l’azzurro. No mancherà qualche tocco di oro pallido.

Industrial sì, ma personalizzato


Dopo anni di minimalismo puro, lo stile industriale accoglie arredamenti meno austeri e minimalisti in favore di ambienti più caldi e intimi. Non manca l’aggiunta di qualche nota cromatica (ma nulla di eccessivo) per rendere gli spazi più personali e meno scontati.

Sempre più arte contemporanea


L’arte contemporanea si fa sempre più strada ed è sempre più presente all’interno delle case. Installazioni, quadri, statue e sculture restituiscono un grande effetto visivo, caratterizzando gli ambienti con molteplici stili.

Fiori macro


Carte da parati e tessuti resteranno ancora sulla cresta dell’onda, ma con un nuovo motivo: quello floreale! I fiori tornano di gran moda, stilizzati e sempre più grandi sono perfetti per portare in casa romanticismo e colore. Si giocherà con differenti dimensioni di fiori in tutti gli ambienti: cucina, zona living o bagno; basta poco per dare un tocco di freschezza agli spazi della casa.

Parola al pantone dell’anno!


Il “Greenery” è stato eletto colore dell’anno e si candida a diventare una possibile e interessante idea d’arredo. È il colore ideale per rigenerare piccoli spazi e, se usato con parsimonia, è un perfetto colpo d'occhio anche in stanze dalla metratura importante. Declinazione cromatica del mondo naturale, il verde porta con sé equilibrio e pace interiore. Unica nota: non esagerare!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO