Roche Bobois: il divano Mah Jong firmato Kenzo Takada

La creatività di Kenzo Takada incontra il savoir faire di Roche Bobois. Scopri tutto su Designerblog

Il divano Mah Jong, vera e propria icona di Roche Bobois, si veste d’arte giapponese con gli inediti tessuti ideati dal celebre designer e stilista Kenzo Takada. Fonte d’ispirazione gli antichi kimono, che Kenzo Takada ha reinterpretato nei motivi e nei colori, creando tre rivisitazioni del divano Mah Jong in tre diverse tonalità di colori. Tre armonie che rappresentano con delicatezza, vivacità e profondità i diversi momenti della giornata: ASA (il mattino), HIRU (il mezzogiorno), YORU (la sera).

Il risultato è una collezione straordinaria di tessuti in cui si ritrovano i codici grafici e culturali che caratterizzano la produzione del designer giapponese: la contaminazione degli stili, la padronanza delle nuance, la delicatezza dei motivi.

"Fin dall’inizio ho voluto ispirarmi ai motivi che si trovano sui kimono e in particolare alla tessitura utilizzata per il Teatro Nō. Questi motivi, di cui ho voluto cambiare completamente i colori reinterpretandoli liberamente, sono stati la linea guida della mia collezione per Roche Bobois. Ogni sforzo è stato fatto affinché questi nuovi tessuti, realizzati in maniera industriale, rispettassero lo spirito dei kimono antichi, in particolar modo della cura dedicata ai jacquard e ai materiali", ha dichiarato Kenzo Takada.

“La collaborazione con il designer Kenzo Takada è emblematica della varietà della produzione e dell’identità creativa di Roche Bobois. Kenzo Takada ha fatto una scelta estetica audace, utilizzando il suo estro per creare una nuova versione del Mah Jong, ispirato dalla ricchezza di motivi degli antichi kimono. In contemporanea Roche Bobois ha aperto il suo primo showroom a Tokyo” ha concluso Gilles Bonan, Presidente Roche Bobois Groupe.


L’incontro tra lo spirito libero, il genio e l’audacia di Kenzo Takada e la French Art de vivre di Roche Bobois, dà origine a una collezione unica per ricercatezza e modernità.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO