Los Angeles Design Festival 2017: il party Moschino Kisses Gufram con Jeremy Scott

Moschino Kisses Gufram, la sensuale e irreverente capsule collection di arredi nata dalla collaborazione tra Gufram e Moschino, è stata presentata negli Stati Uniti in occasione della L.A. Design Week negli spazi dello showroom MASS Beverly. Scopri tutto su Designerblog

Moschino Kisses Gufram, la sensuale e irreverente capsule collection di arredi nata dalla collaborazione tra Gufram e Moschino, è stata presentata negli Stati Uniti in occasione della L.A. Design Week negli spazi dello showroom MASS Beverly, dove sarà visibile in un inedito allestimento fino al 1 luglio 2017. Al cocktail party di presentazione, insieme a Jeremy Scott, direttore creativo di Moschino, Charley Vezza, Global Creative Orchestrator di Gufram, e Mary Ta, fondatrice di MASS Beverly, hanno partecipato ospiti del mondo della moda, del design, dell’arte.

La collezione Moschino kisses Gufram si compone di quattro prodotti iconici. Prodotto di punta è il sensuale Zipped Lips!, edizione speciale del divano Bocca – disegnato nel 1970 da Studio65 – contaminato dall’estro di Jeremy Scott. Una zip dorata tiene chiuse le labbra del sensuale divano – in poliuretano flessibile e rivestito in tessuto color rosso fuoco – che assume così un tocco fetish pop, caratteristico del mood personale e imprevedibile della casa di moda. Il nome della capsule evidenzia come Zipped Lips! – prodotto in un’edizione limitata di 99 pezzi – sia l’emblema di questa collaborazione: un bacio appassionato tra i due marchi.

Zipped Lips! è accompagnata da altri tre prodotti che vedono per la prima volta Gufram cimentarsi con l’utilizzo della pelle, senza mai rinunciare al suo approccio radicale. Biker cabinet è un mobile su ruote che riprende le forme dell’iconica Biker bag di Moschino riproducendone fedelmente borchie, cerniere, colletto, tasche. Le sue mensole in vetro possono inoltre accogliere gli oggetti più diversi. High Heels sono due provocanti scarpe decolletè in pelle nera e tacco dorato, al cui interno trovano spazio, nell’una un pouf, nell’altra tre ripiani in vetro: reinterpretazioni inaspettate di una seduta e di un mobile portaoggetti. Biker cabinet e High Heels confermano la voglia di Gufram di giocare con le dimensioni, facendo di surreali fuori scala un tratto distintivo del suo design.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO