Tonelli design collezione 2017: le novità presentate al Salone del Mobile

Tonelli design presenta al Salone del Mobile 2017 sei nuove proposte realizzate da: Uto Balmoral, Isao Hosoe e Lorenzo De Bartolomeis, Matteo Ragni, Karim Rashid, Giuseppe Maurizio Scutellà e Viola Tonucci. Scoprile su Designerblog

Tonelli design presenta al Salone del Mobile 2017 sei nuove proposte realizzate da eccellenti interpreti del design internazionale: Uto Balmoral, Isao Hosoe e Lorenzo De Bartolomeis, Matteo Ragni, Karim Rashid, Giuseppe Maurizio Scutellà e Viola Tonucci. Le novità sono messe in mostra all'interno di uno scenografico allestimento firmato da Cristina Celestino, che interpreta con il suo stile poetico le stanze di un “Grand Hotel”, dove gli arredi in vetro di Tonelli sono immersi in atmosfere d'antan dallo spirito contemporaneo, ed esprimono il proprio design sofisticato acquisendo un calore nuovo e domestico.

tonelli_aperture_karimrashid_3.jpg

APERTURE by Karim Rashid
Aperture è una specchiera a parete dal design minimale dotata di un pratico vano portaoggetti, disponibile nei colori rosa, bianco o nero, che si illumina con luce a led, grazie alla presenza di un sensore di movimento. Con una distanza di circa 20cm dalla parete, la struttura di Aperture sembra galleggiare nell'aria, sottolineando maggiormente la sua eleganza e il suo design essenziale.

tonelli_dazibao_gonzovicari_2.jpg

DAZIBAO CERAMIC by Gonzo - Vicari
Questa brand extension della collezione Dazibao, l'elegante libreria a parete già presente nel catalogo Tonelli, presenta una nuova versione con pannello a muro in ceramica effetto marmo, nelle finiture Noir Desire, con venature oro e bronzo, Calacatta Arabescato, ovvero bianco con venature grigio-beige, e Grigio Orobico, con venature chiaro scure. Dazibao è disponibile anche con pannello bianco, nero o legno.

tonelli_dooors_matteoragni_3.jpg

DOOORS by Matteo Ragni
Una porta d'accesso a nuove dimensioni: Dooors è una specchiera da parete composta da tre lastre di vetro sovrapposte, che contribuiscono ad aumentare otticamente la profondità dello spazio circostante fino all'infinito. Le lastre sono sorrette e distanziate tra loro grazie ad una struttura in legno, disponibile in bianco o nero, che viene a sua volta riflessa dai vari strati dello specchio, diventando parte integrante del progetto. Dooors può avere due diverse dimensioni e varianti, da terra e sospeso.

tonelli_livingstone-ceramic-glass_7.jpg

LIVINGSTONE CERAMIC+GLASS
L'iconico tavolo di Tonelli design viene presentato con tre nuove finiture effetto marmo per il top: Noir Desire, con venature oro e bronzo, Calacatta Arabescato, ovvero bianco con venature grigio-beige, e Grigio Orobico, con venature chiaro scure. A queste new entry, si affiancano quelle nuove per le gambe. Infatti, oltre alle nove varianti già presenti a catalogo, se ne inseriscono altre quattro, quali: bronzo spazzolato, ramo spazzolato, oro spazzolato e canna di fucile lucido.

tonelli_metropolis_giuseppemaurizioscutella_5.jpg

METROPOLIS by Giuseppe Maurizio Scutellà
Una collezione di arredi caratterizzata da un piacevole contrasto materico dato dall'abbinamento di vetro e ceramica, che include al suo interno tavoli da pranzo e da salotto, side-table e consolle.Tutti i complementi sono caratterizzati da una base in vetro extrachiaro o fumè, composta da una serie di elementi verticali saldati assieme, dalla diversa lunghezza, altezza ed inclinazione. I piani appoggiati sopra le basi, invece, sono nella nuova finitura ceramic+glass e nelle varianti Noir Desire, con venature oro e bronzo, Calacatta Arabescato, ovvero bianco con venature grigio-beige, e Grigio Orobico, con venature chiaro scure. Il piano si ottiene saldando una lastra di ceramica ad una di vetro, per un risultato finale di assoluta pulizia estetica: spessore ridotto, grandi dimensioni ed elevate performance tecniche di resistenza all’usura, pulibilità e durezza. L'arredo è disponibile anche nella versione con piano in vetro in diverse misure.

tonelli_ozma_violatonucci_4.jpg

OZMA by Viola Tonucci
Circolare e concentrico, Ozma è uno specchio a parete con retro in legno verniciato nero e cerchio centrale in metallo dorato. Grazie alla sua natura camaleontica, cela elegantemente, Ozma può cambiare aspetto: la parte centrale, infatti, può essere estratta per diventare un centrotavola riflettente, il cui design essenziale ricorda il vassoio per l’acqua utilizzato in tempi antichi per leggere il futuro. L'elemento che resta agganciato a parete è specchiante ed argentato, e mostra al centro un piccolo anello che segna un punto, un vuoto che rivela un segreto: ad un attento osservatore non sfuggirà il messaggio riflesso. Ricongiungendo le due sezioni nella posizione iniziale, comparirà nuovamente la luce dorata tra le due parti.

tonelli_shoji_studiohosoedesignlorenzodebartolomeis_5.jpg

SHOJI by Studio Hosoe Design e Lorenzo De Bartolomeis
Un raffinato elemento d'arredo pensato come guardaroba personale da ingresso o camera: Shoji è dotato di struttura in vetro, anta scorrevole a specchio, panca e cassetti scorrevoli in legno noce Canaletto o Bianco. La base si declina nella pratica versione con ruote o fissa.

tonelli_welcome_utobalmoral_5.jpg

WELCOME by Uto Balmoral
Dal connubio tra un materiale resistente come il marmo e l'eleganza assoluta del vetro nasce Welcome, uno specchio a parete composto da due lastre inclinate verso l’interno: una, appunto, con effetto marmo e bordata da una cornice in legno noce canaletto massello, mentre l'altra a specchio, disponibile nelle finiture trasparente, blu o bronzo. La struttura può essere completata con appendini in metallo, da agganciare al pannello in marmo, che possono avere tre diverse finiture: bronzo spazzolato, rame spazzolato o oro spazzolato.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO