Fuorisalone 2017: l’installazione Kaleido Studded Kiss rende omaggio a Kat Von D alla mostra Material Immaterial di Interni

Sephora presenta al Fuorisalone 2017 un’iconica istallazione per celebrare l’interazione tra bellezza, arte, design e tecnologia. Scoprila in anteprima su Designerblog

kvd-studded-kiss-statale.jpg

In occasione del Salone del Mobile 2017, Sephora presenta un’opera ispirata all’estro e all’energia travolgente della celebre tattoo artist statunitense Kat Von D reinterpretata dallo studio londinese ANOTHER SPACE. L’installazione sarà esposta nell'ambito della mostra evento "INTERNI MATERIAL IMMATERIAL" che avrà luogo nella suggestiva cornice dell’Università degli Studi di Milano, nel cortile d’Onore.

Una creazione di grande impatto visivo, la cui ideazione vuole essere un omaggio all’opera visionaria di Kat Von D che, con la sua poliedrica sensibilità, ha saputo elevare il tatuaggio a vera e propria forma d’arte e che, proprio in occasione della settimana della Design Week, debutterà in Italia con la sua attesissima linea di make-up Kat Von D Beauty in esclusiva da Sephora. Una collezione progettata nei minimi dettagli per rispecchiare un’altra grande passione di Kat, quella per il make-up: uno strumento che, così come una vera e propria forma d’arte, è capace di decorare il corpo di chi lo indossa, interpretando il viso come una tela pronta ad essere dipinta.

Sephora ha così voluto celebrare la passione e la personalità multi sfaccettata dell’artista e imprenditrice con un’opera capace di evocare in modo immediato la visione di Kat Von D: KALEIDO STUDDED KISS si ispira al design anticonformista di STUDDED KISS LIPSTICK, il rossetto diventato icona negli States per il packaging dal pattern borchiato - ispirato al bracciale preferito di Kat - e per le ben 39 tonalità tra cui scegliere, per effetti di volta in volta mat, satinati e glitterati.

Another Space è partito dagli elementi distintivi del simbolo della collezione di Kat Von D sviluppandoli in un’installazione ambiziosa e di grandi dimensioni che identifica le forme di un rossetto con quelle di un’opera d’architettura contemporanea: le borchie del design originale si trasformano così in elegante bugnato a ricordare i palazzi italiani e i due cappucci, adagiati al suolo come monoliti, evocano le colonne di un tempio antico. Studded Kiss diviene così un’autentica design tower, ideata per creare un contrasto di grande impatto visivo con l’architettura classica del cortile dell’Università Statale e per catalizzare l’attenzione del pubblico.

Alla scultura vengono affiancate attività interattive grazie alle quali si crea un dialogo tra visitatore e installazione. Da qui prende vita un’esperienza che inizia dal primo impatto con la matericità dell’opera e che pian piano si trasforma in un percorso immateriale. L’installazione si inserisce a pieno titolo nel contesto più ampio del tema scelto da Interni per la Design Week 2017, MATERIAL IMMATERIAL: materiale è la struttura della torre, suggerita anche dalla scelta dei materiali e dal bugnato decorativo, mentre l’immateriale è rappresentato dall’esperienza virtuale, elementi che invitano a loro volta a una riflessione più profonda sul vero significato del make-up come strumento (materia, texture, colore) e forma d’espressione artistica (immateriale produzione dello spirito, di volontà e desideri).

Una riflessione chiave anche per la filosofia di Sephora, che da sempre si interroga sulle affinità e sulle possibili commistioni tra mondo del beauty e universo dell’arte e del design in una chiave innovativa e originale, ricercando nuove suggestioni creative e linguaggi non convenzionali per raccontare tale legame. L’opera Kaleido Studded Kiss e l’arrivo di Kat Von D in Italia saranno festeggiati con un evento di inaugurazione la sera del 4 aprile all’Università degli Studi: un’orchestra di 28 elementi accoglierà gli ospiti e li porterà ad immergersi nel mondo materiale e immateriale dell’artista.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO