The Salon Art + Design 2016: i pezzi iconici della collezione "Progetto Non Finito" di DIMORESTUDIO

DIMOREGALLERY ha partecipato per la prima volta alla quinta edizione di The Salon Art + Design a New York. Guarda tutte le immagini su Designerblog

DIMOREGALLERY ha partecipato per la prima volta alla quinta edizione di The Salon Art + Design a New York, importante rassegna dedicata alle collezioni di arredamento moderno e contemporaneo delle più importanti gallerie del mondo.

Il modulo espositivo, un contenitore dai muri viola e pavimento vegetale caramel, è stato pensato come uno spazio abitativo nel quale convivono pezzi iconici della collezione ‘Progetto Non Finito’ di DIMORESTUDIO affiancati ad arredi simbolo dell’eccellenza del design italiano, per un perfetto dialogo tra presente e passato, contemporaneità e codici estetici del design degli anni ’30, ‘40 e ‘50.

Della collezione ‘Progetto Non Finito’ sono presentati il Tappeto 01 nei toni del viola, la Consolle 021 a 7 gambe, il Paravento Trame 070 in edizione speciale in rame, i Cabinet 085, 087 e 088 realizzati in metalli lavorati quali peltro, ottone, nichel, ferro, acciaio e interno in legno laccato; la Poltrona 068 rivestita nel tessuto Sancarlo Broderie e rifinita con frange a contrasto testa di moro; i Tavolini bassi 052 in edizione speciale con bordo in bronzo e top in marmo giallo siena e rosa perlino; le lanterne 036, la lampada 091 con base in acciaio e sfera in vetro colorato rosa e sabbiato.

Erano inoltre esposti pezzi unici di Giò Ponti, quali il tavolo da gioco e quattro sedie con cuscino in raso color champagne, il salotto con divanetto e due poltrone caratterizzate dallo schienale alto. I rivestimenti sono in velluto di seta Dedar in due tonalità di rosa. Le sorgenti di illuminazione annoverano importanti oggetti luce quali il lampadario BBPR a 3 ordini, lo chandelier di Paavo Tynel, con struttura e cinghie in ottone e paralumi in cotone, le applique a doppio braccio di Carlo Scarpa con braccia e coppe in vetro di Murano e dettagli in ottone, le lampade di Max Ingrand. Ai muri le specchiere di Borsani in legno laccato avorio e dettagli oro e specchi prodotti da FontanaArte.

  • shares
  • Mail