Fuorisalone 2016: Piuarch veste Brera con un Orto Cinetico, omaggio a Carlos Cruz-Diez

Piuarch torna al Fuorisalone per mettere in scena l’orto cinetico, un omaggio all’artista venezuelano Carlos Cruz-Diez. Scopri di più qui su Designerblog.

piuarch_orto-cinetico-salone2016.jpg

Piuarch torna al Fuorisalone per mettere in scena l’orto cinetico, un omaggio all’artista venezuelano Carlos Cruz-Diez.

E' un'installazione optical realizzata utilizzando essenze botaniche, con giochi cromatici che rendono dinamico e suggestivo il cortile di Via Palermo 1 a Milano. Posto nel cuore di Brera, all’interno del programma della Brera Design Week 2016, il progetto nasce dalla collaborazione con il paesaggista Cornelius Gavril che, utilizzando fiori ed essenze, disegna lo spazio in modo da restituire al visitatore quelle sensazioni di movimento e dinamismo caratteristiche dell’arte optical.

La peculiare struttura di aiuole e pallet creata da Piuarch sul tetto dell’edificio che ospita lo Studio, accoglie una disposizione di 4 essenze – due varietà di insalata in colori rosso e verde e due di viola del pensiero nei colori arancione e azzurro – disposte in linee rette che si ripetono continuamente, dove ciascuna essenza definisce una striscia di colore omogeneo.

L’effetto cromatico è amplificato dall’impiego di assi triangolari poste lungo le linee di colore in modo da aumentare la profondità percepita. L’installazione crea un rapporto attivo fra spazio e spettatore: l’immagine statica si modifica e diviene dinamica grazie al movimento delle persone nello spazio.
Partner del progetto sono Verde Vivo che ha curato la preparazione delle piante e Vivai Mandelli che ha realizzato l’allestimento.

Al centro di questo concept c’è l’ideazione di un sistema modulare che utilizza i pallet per costruire strutture facilmente assemblabili che coniughino estetica e funzionalità, a costi ragionevoli. Un sistema pensato per essere ripetibile su ampia scala per riqualificare superfici non utilizzate.
I pallet sono usati sia come piano di calpestio che, rovesciati, come contenitori per il terreno. In questo modo, con l’impiego di un unico elemento modulare si costruisce il layout dell’orto.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 60 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO