Fermob, il design outdoor conquista le città: New York, Parigi, Zurigo, le foto

I mobili Fermob entrano a far parte dell'arredamento urbano, toccano il cuore delle città e dei cittadini. Sono proprio le città di ogni parte del mondo a chiedere a Fermob di arredare le loro aree pubbliche. Da New York a Parigi, da Città del Messico a Zurigo. Scopri di più qui su Designerblog.

I mobili Fermob entrano a far parte dell'arredamento urbano, toccano il cuore delle città e dei cittadini. Sono proprio le città di ogni parte del mondo a chiedere a Fermob di arredare le loro aree pubbliche. Da New York a Parigi, da Città del Messico a Zurigo, i mobili da esterno dell’azienda francese colorano le aree urbane: parchi, giardini e piazze. Al di là del mobile, la funzione sociale.

Attraenti, colorati, personalizzabili: i mobili da esterni Fermob rispondono in tutto e per tutto ai disciplinari tecnici dei professionisti. Le sedie e le poltrone dell’azienda francese non vogliono solo arredare le aree pubbliche ma anche offrire un momento di relax e di pausa ai cittadini. Sedersi qualche istante e guardare il via vai della città.

È così che anche i luoghi di passaggio assumono un senso e si trasformano: i passanti si siedono, gli amici si danno appuntamento, le persone fanno conoscenza. Grazie ai mobili Fermob si crea la magia dei luoghi e degli incontri. Sono proprio i luoghi emblematici di grandi città ai quattro angoli del mondo che hanno adottato questo progetto e questo spirito dando vita ad universi colorati ed allegri che investono la città.

Tra i più recenti luoghi di ritrovo firmati Fermob: Coney Island a New York, una ex isola divenuta penisola situata all’estremo sud di Brooklyn, che ospita da poco sedie e tavoli Bistro nei colori Grigio metallo e Antracite, oppure Klyde Warren Park a Dallas, città famosa per l’industria automobilistica, dove gli abitanti si muovono poco a piedi ma che è riuscita a creare uno spazio accogliente in cui i mobili Fermob realizzano appieno il loro obiettivo, ossia ricreare legami sociali.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO