Oikos Venezia riproduce la porta di un museo inglese

Oikos Venezia unisce lo stile unico di un antico portone di un museo inglese alle più avanzate tecnologie moderne in fatto di porte.

Oikos Venezia è riuscita a unire artigianalità e competenza tecnologica: il brand italiano ha realizzato l'esatta copia di un portone settecentesco del museo di Ipswich, in Inghilterra. Un portone molto antico, in legno e vetro, realizzato dagli artigiani nel 1700: un'imponente porta della sede del Museo Chirstchurch Mansion di Ipswich che doveva essere sostituita, per proteggere le opere d'arte e gli arredi contenuti nell'edificio.

L'edificio, infatti, ospita mostre permanenti di Thomas Gainsborough e di John Constable, senza dimenticare che all'interno ci sono saloni georgiani e mobili vittoriani, che devono essere protetti da un portone solido e all'avanguardia, che non snaturi però l'ingresso a un museo davvero affascinante, senza perdere un edificio con 500 anni di storia.

Oikos, leader nelle porte di sicurezza, ha prima analizzato il progetto, coinvolgendo poi maestraneze specializzate, per realizzare un campione, capendo che si poteva fare: il portale di Chirstchurch Mansion ha così lasciato la sua prestigiosa sede per trasferirsi a Portogruaro, in provincia di Venezia, per essere riprodotto fedelmente nei suoi 1365 cm di larghezza per 2705 cm di altezza di cui 2095 cm di sola anta.

Il lavoro è durato molti mesi, per recuperare i vetri originali rendendoli adatti all’antieffrazione e alla resistenza al fuoco, per merito dell'accoppiamento con altri cristalli. La cesellatura della struttura in legno di rovere è stata fatta a mano, così come la realizzazione dell'anima blindata in acciaio che si nasconde al suo interno.

Ora Oikos orgoglioso annuncia la valorosa realizzazione dell’opera, un tributo alla Storia e alla conservazione del patrimonio culturale comune.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO