Stral lampade: il nuovo progetto di Peter Cutajar a Malta

A Malta, si trova un edificio concepito come una gigantesca tela, dove il lighting designer Peter Cutajar ha interpretato le luci Stral integrando basso consumo energetico e fascino paesaggistico. Scopri di più qui su Designerblog.

private-res-09.jpg

A Malta, si trova un edificio concepito come una gigantesca tela, dove il lighting designer Peter Cutajar ha interpretato le luci Stral integrando basso consumo energetico e fascino paesaggistico.

Luci che assomigliano a delicate striature di colore. Peter Cutajar, grazie alle più evolute soluzioni illuminotecniche per esterni di Stral, integra la funzione necessaria dei semplici segna passo o luci di servizio con il chiarore delle stelle e della luna delle magiche notti sull'isola.

Stral, il nuovo marchio italiano di luci per esterni in acciaio inox AISI 316L (marine grade) proposto dalla storica Palazzoli di Brescia e protagonista a EXPO 2015 per le luci di servizio dell'Albero della vita, è stato selezionato per arredare gli esterni di una elegante villa privata di Malta circondata da ampio giardino e affacciata sul Mediterraneo.

“Il concetto che abbiamo voluto esprimere, spiega Cutajar, è stato quello di rispettare l'ambiente naturale, evitando che le luci di servizio creassero ombre o mettessero in rilievo superfici alterando il contesto. La nostra filosofia, racchiusa nella definizione no light collision, è stata declinata su ogni elemento, ad iniziare dall’edificio, abitazione privata di pregio, affinché mantenesse una propria individualità originale e unica. L’area a cui ci siamo dedicati è molto ampia, 6 ettari, ed ha richiesto un attento esame progettuale tradotto poi nell’installazione di 120 punti luce calda (3000K), sia a led che a fluorescenza, tutti a basso consumo (max 12W). I prodotti Stral utilizzati sono stati: Striker 70, Striker 110, Flyback, Starlight, Moon 200. Il risultato è di notevole impatto emotivo. La concentrazione delle fonti luminose STRAL su obiettivi specifici, quali piante, arbusti, cespugli e rocce del parco-giardino, crea un’atmosfera particolarmente accogliente e suggestiva, evitando interferenze artificiali. L’accesso notturno allo spazio esterno, ora ben delimitato nei confini, funge dunque da completamento scenografico; gli alberi sembrano sfuggire ai tentacoli dell’oscurità, in perfetta e piena simbiosi con gli stati d’animo che il paesaggio è in grado di suscitare”.

L’utilizzo sapiente delle luci Stral ha inoltre arricchito, seppur virtualmente, la bellezza della casa residenziale resa ancora più affascinante, nelle sue dimensioni, da giochi d’ombra e verticalizzazioni delle pareti esterne: una vera e propria opera d’arte attraverso la quale i progettisti hanno dato corpo all’interfaccia tra la peculiarità del luogo - aspro e incontaminato - e il mondo globale coniugando anche la funzionalità tecnologica. Il progetto portato a termine a Malta da Peter Cutajar e Stral è il frutto di una continua ricerca illuminotecnica, la cui evoluzione consente esperimenti e sovrapposizioni di forme e tonalità pur garantendo un minor fabbisogno energetico e una durabilità estesa nel tempo grazie ai materiali (inox AISI 316L) e alla competenza industriale di Palazzoli nell’illuminotecnica.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO