Css Glance: una web gallery italiana

Scritto da: -

css glance

Ma chi lo dice che le css galleries debbano essere tutte estere? Css Glance è un progetto made in Italy, che fa quello che devono fare le web parades: indicarci i siti del momento. Ovviamente come suggerisce il nome stesso, la gallery si occupa esclusivamente di siti interamente basati su css, con particolare attenzione verso gli standards. In occasione del recentissimo restyiling ne approfitto per scambiare qualche parola con Andrea e Roberto, che gestiscono il progetto.

Da quanto tempo esiste Css Glance, e cosa è cambiato nel tipo di siti inseriti rispetto agli inizi?

Il CG è stato pubblicato a fine maggio. Rispetto all’inizio, per quanto riguarda gli inserimenti, non è cambiato molto: prima di postare un sito, lo analizziamo, dal punto di vista grafico, funzionale, e di codice. Insomma, compatibilemente con il numero di siti inviati e con il tempo a disposizione, cerchiamo di andare al di là dell’apparenza nella nostra valutazione. Ci è capitato spesso, e a malincuore anche, di dover rifiutare siti accattivanti, che contenevano spunti di design interessanti, ma che ponevano evidenti problemi di codice o accessibilità.

Avete appena fatto un redesign totale, quali sono stati i motivi per “ribaltare” tutto?

L’idea nasce dal completare la struttura del nostro progetto. Avevamo bisogno di più spazio e visivamente organizzato in maniera diversa. Un po’ di ordine per le nostre idee: come quando ti capita di mettere in ordine la scrivania prima di iniziare un nuovo progetto. All’inizio, avevamo lasciato degli aspetti del sito in sospeso, come la navigazione nelle gallerie di siti. Non che ora sia tutto “in ordine”, tuttavia pensiamo che l’interfaccia introduca elementi in grado di facilitare la navigazione degli utenti. Infine, a seguito dei primi feedback ricevuti dagli utenti italiani, abbiamo deciso di inserire una sezione di news in lingua italiana, aperta a collaborazioni. E per darle dignità abbiamo deciso di azzardare per il menu di navigazione una soluzione che a livello di usabilità potrebbe attirarci delle critiche, ma per il momento ci sta bene di rischiare.

Quale è la percentuale di siti italiani mostrati in Css Glance, e quale nazione vanta il maggior numero di inserimenti?

Non sapremmo fornire numeri, ma di sicuro la comunità che vanta il maggior numero di inserimenti è quella che fa da guida in questo campo, l’americana.

Essere presente o meno in una gallery famosa può davvero decretare il successo o il fallimento di un sito?

Sappiamo che il web è un mezzo di comunicazione abbastanza particolare, in cui un sito può diventare famoso anche grazie al semplice passaparola o in cui una gallery può diventare nota grazie ad un post su un sito molto visitato. Dunque non crediamo che il successo o il fallimento possa dipendendere solamente dal comparire su un sito come il nostro: sicuramente si può ottenere un vantaggio in termini di visibilità ma se poi i visitatori non troveranno un motivo di interesse per i contenuti offerti, difficilmente torneranno a visitarlo.

Pensi che i web standards siano correttamente recepiti nel nostro paese?

Da quello che possiamo riscontrare grazie all’attività svolta per CG e attraverso la nostra esperienza lavorativa, ci sembra che in Italia ci sia ancora una prevalenza di siti realizzati in Flash. Alcuni di questi siti sono usabili e accessibili, ma la maggior parte non lo è e sicuramente questo non facilita l’esperienza dell’utente durante la navigazione. D’altra parte si incontrano anche alcuni siti molto interessanti, realizzati nel rispetto degli standard, che sono ottimi esempi di buona progettazione e realizzazione e che cerchiamo attraverso la nostra galleria di proporre sul palcoscenico internazionale. L’obiettivo di CG è di aiutare, anche se in piccola parte, la diffusione dell’utilizzo degli standard in Italia, che rispetto ad altri paesi risulta essere molto arretrata. Vorremmo anche cercare di rendere più chiaro come devono essere recepiti i webstandard. Molto spesso, infatti, vengono erroneamente ridotti alla semplice validazione del codice. E’ bene sottolineare che un sito facilmente leggibile, ben strutturato, accessibile al maggior numero possibile di utenti, non si limita alla semplice validazione automatica del codice, ma richiede anche molte altre attenzioni in tema di usabilità e accessibilità. D’altra parte, come lo stesso Maurizio Boscarol aveva dimostrato in un suo esempio, è possibile realizzare pagine che passano la validazione senza essere semanticamente strutturate e viceversa. Un altro esempio. All’epoca della nostra uscita sul blog di HTML.it uscì un post che descriveva la nostra iniziativa. In un commento , un utente affermò che il made in Italy del nostro sito si capiva dal fatto che la homepage non superava la validazione del codice XHTML a causa di un errore di un carattere. Ringraziammo l’utente per la segnalazione, correggemmo (siamo sensibili all’argomento ma senza vivere con l’angoscia) e andammo a far visita al suo blog. Bene: perfetto dal punto di vista del codice, ma con i javascript disabilitati, risultava impossibile navigare il sito. Tradotto in lingua italiana, sito poco accessibile. Facemmo una bella risata. Questi due esempi solo per far capire che la definizione webstandard è molto ampia, complessa e non si riduce unicamente a dei bollini da esibire nel footer dei siti.

Qual’è la css gallery estera che ti piace di più?

CssMania e CssBeauty.

Quali sono gli elementi che “fanno la differenza” in un sito web attuale?

Sicuramente, a primo impatto, la veste grafica e lo stile, sia esso minimalista o molto complesso: d’altronde sappiamo che anche l’occhio vuole la sua parte e questo vale per molti campi della comunicazione. Poi ci sono altre componenti: i contenuti, la facilità di reperimento dell’informazione cercata e a livello tecnico, sicuramente tutto quello che sta dietro alla parte grafica.

Cosa fate nella vita oltre a selezionare siti per Css Glance?

Lavoriamo entrambi a tempo pieno come sviluppatori XHTML e CSS per la redazione web del sito del Comune di Torino. Ci occupiamo dell’aggiornamento e del mantenimento del sito e seguiamo la progettazione e lo sviluppo di nuovi siti ospitati sul web comunale (ad esempio …. ). Nella realizzazione di questi progetti cerchiamo di seguire al meglio le linee guida di usabilità e accessibilità dei siti internet, con particolare attenzione alla Legge Stanca visto che si tratta di siti di una Pubblica Amministrazione, al fine di produrre siti internet facilmente utilizzabili dagli utenti.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
  • nickname Commento numero 1 su Css Glance: una web gallery italiana

    Posted by:

    Davvero utile CSSGlance, soprattutto per chi cerca ogni giorno di mettere in rete prodotti il più possibile fruibili e accessibili. Oggi l'essere accattivanti in rete non fa più solo ed esclusivamente rima con Flash e il boom che sta avendo la progettazione CSS based ne è la dimostrazione. Complimenti ai realizzatori! Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Designerblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.