Thomas Pavitte: disegnare la "Gioconda" unendo 6000 puntini

Per l'esattezza sono 6239: parliamo dei puntini da unire in cui Thomas Pavitte ha deciso di 'dividere' la "Monna Lisa", il celebre capolavoro di Leonardo Da Vinci in evidente e assoluta antitesi con la complessità del dipinto e della tecnica necessaria, per sottolineare il suo abituale intento: utilizzare soluzioni molto semplici per creare oggetti piuttosto articolati.

Affascinante e ossessivo il contrasto finale che, se non è stato - ancora - registrato nel Guinness dei Primati, probabilmente lo sarà presto. Il foglio è piuttosto grande (dimensione A0) e Pavitte ha impiegato ben nove ore per unire tutti i puntini che sono disseminati con colori diversi a intervalli di 400 per aiutarsi a non perderli di vista durante la performance.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 46 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail