Energia e design, Talk 3 - Sustain/ability


La conferenza è stata introdotta illustrando diversi tipi di risparmio energietico legato alla progettazione, riprendendo il conceto del ciclo di vita del prodotto, ma anche presentando alcuni progetti di mobilità in cui l'energia viene rivista nelle sue modalità di impiego.

Successivamente sono stati presentati alcuni esempi in cui le nanotecnologie si legano ad aspetti sostenibili, ma anche di risparmio energietico. Nello spacifico si è parlato di piccoli interventi ottenuti con trattamenti superficiali e massivi che, rapportati in ampia scala, permettono notevoli risparmi di risorse ed energia elettrica.

Ad esempio avere vetri che rimangono più puliti permette un risparmio sia in termini di utilizzo di acqua e solventi, ma anche in termini di utilizzo di fonti luminose artificiali dato che una finestra pulita permette di avere un maggiore passaggio della luce in un ambienteiaro.

Allo stesso modo, trattamenti superficiali di questo dipo permettono di ottenere pannelli fotovoltaici che non si sporcano, riuscendo a mantenere per molto tempo la massima efficienza dal pannello.

Infine sono stati presentati alcuni nuovi modelli di LED Osram che permettono di avere intensità luminose pari a quelle delle attuali fonti di illuminazione "attuali". Considerando che le fonti luminose incidono per il 15% del consumo mondiale energietico, l'utilizzo dei LED permette un risparmio di circa il 30% di queto valore.

A conti fatti se si sostituissero tutte le attuali lampadine con quelle a led si avrebbe un risparmio di circa il 5% del consumo energietico mondiale.

Treviso, 3 dicembre ore 11.00/13.00, interventi di:
Carlo Gaino, designer e docente Università Iuav di Venezia (moderatore)
Diego Basset, Civen
Medardo Chiapponi, coautore di “Energia e Design"
Arturo Vittori, Architecture and Vision
Ivo Folle, OSRAM

Segui gli evento live anche su Ecoblog.it

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO